SMS AMZ PRIME ha un regalo per te: attenzione alla truffa via messaggio

Attenzione alla truffa via SMS che recita «AMZ PRIME ha un regalo per te»: ecco cosa si nasconde dietro al messaggio che in tanti stanno ricevendo in queste ore.

SMS AMZ PRIME ha un regalo per te: attenzione alla truffa via messaggio

Torna alla ribalta una truffa via SMS: AMZ PRIME ha un regalo per te, accompagnato da un link. Tutti, ricevendolo, penserebbero a prima vista a un avviso da parte di Amazon che informa circa una promozione o un’offerta esclusiva.

In realtà dietro all’SMS non si nasconde nessun tipo di offerta o regalo da parte di Amazon, ma una truffa bella e buona che mira a estrapolare contro la volontà degli utenti colpiti dati personali e sensibili come le chiavi d’accesso ai conti bancari.

Ecco come funziona e come proteggersi per evitare spiacevoli sorprese.

SMS Truffa AMZ PRIME ha un regalo per te: come riconoscere la fregatura

Il messaggio viene inviato a diversi numeri, anche due volte con varianti diverse, e contiene tutti gli ingredienti necessari a riconoscere il tentativo di raggiro. Si tratta del solito attacco phishing: si utilizza un brand noto, in questo caso Amazon (richiamato dalle iniziali AMZ e dalla parola Prime) e si allega un contenuto allettante o allarmante (in questo caso l’inesistente regalo) accompagnato da un link.

Ricevere il messaggio o aprire il link allegato non consiste di per sé un pericolo. Ma inserire nella pagina aperta, che di solito punta a ricreare alla perfezione la grafica del brand a cui si ispira, mette l’utente in una posizione senza ritorno.

Una volta inseriti i dati personali, tra cui quelli relativi a un pagamento, questi possono essere sfruttati dagli autori della truffa per compiere azioni al posto dell’utente o per svuotare il conto associato in poche ore.

Diffidare quindi del messaggio in questione (la cui modalità di raggiro ricorda quella dell’SMS del pacco DHL diffusa negli ultimi giorni) e limitatevi a ignorarlo. Amazon, così come altri brand o servizi online, non usano acronimi o abbreviazioni e si rivolgono all’utente principalmente via l’indirizzo email associato e non con messaggi diretti dal contenuto così esplicito e determinato.

Nessun regalo da parte di Amazon Prime ma solo un pigro tentativo di truffa ai danni degli utenti più ingenui.

Argomenti:

Amazon Phishing

Iscriviti alla newsletter

Money Stories