Rischio salmonella, Ferrero ritira gli ovetti Kinder: ecco il lotto interessato

Stefano Rizzuti

4 Aprile 2022 - 17:48

condividi

Ferrero ha ritirato alcuni lotti di ovetti Kinder destinati all’Inghilterra e all’Irlanda a causa di 57 casi sospetti di salmonella.

Rischio salmonella, Ferrero ritira gli ovetti Kinder: ecco il lotto interessato

Ferrero ha ritirato dal mercato alcuni lotti degli ovetti Kinder per un potenziale collegamento con un focolaio di salmonella. Non ci sono conferme ufficiali sul legame tra gli ovetti e l’infezione da salmonellosi, ma l’alto numero di casi riscontrati ha messo subito in guarda le autorità sanitarie e l’azienda.

Gli ovetti Kinder non si troveranno più sugli scaffali dei supermercati e dei negozi, ma non in Italia. Il ritiro, infatti, riguarda l’Inghilterra e l’Irlanda e al momento sembra escluso che i prodotti interessati siano arrivati anche in Italia.

La notizia è stata diffusa dai media britannici che citano la Food standards agency (Fsa). Anche la stessa azienda italiana, la Ferrero, ha confermato all’Ansa la notizia e ha spiegato di aver deciso, per questo motivo, di procedere con il ritiro del lotto a scopo precauzionale.

Ritiro ovetti Kinder: il lotto interessato

Il lotto interessato riguarda gli ovetti Kinder con scadenza che va tra l’11 luglio e il 7 ottobre 2022: si tratta di prodotti realizzati nello stabilimento di Arlon, in Belgio. Parliamo di due diversi tipi di ovetto: il Kinder suprise eggs sia venduto singolarmente (uova da 20 g) sia in confezione multipla da tre ovetti. Viene invece esclusa, al momento, la possibilità che altri prodotti Ferrero siano interessati dalla stessa problematica e dal conseguente ritiro.

Il ritiro del lotto e i casi di salmonella

Il ritiro del lotto è stato deciso dall’azienda stessa, come sottolinea la Fsa: “Stiamo lavorando a stretto contatto con loro e con le autorità competenti per identificare la causa precisa di questo focolaio”, fanno sapere.

Tra i casi registrati anche alcuni riguardanti dei bambini. In particolare si parla di 57 casi di malattie legate a questi prodotti, di una parte che coinvolge bambini piccoli. Dalla Fsa, infatti, viene sottolineato come questi prodotti siano molto apprezzati dai bambini più piccoli e per questo, soprattutto con l’arrivo della Pasqua, si invitano tutti i genitori e i tutori a controllare se in casa ci sia qualcuno degli ovetti interessati dal richiamo.

I sintomi e i rischi della salmonellosi

L’infezione da salmonellosi può far registrare i primi sintomi da poche ore dopo fino anche a 72 ore. Si manifesta attraverso sintomi come la nausea e la diarrea, ma non sono esclusi febbre, mal di testa e dolori addominali.

La durata dei sintomi legati alla salmonella dura mediamente dai quattro ai sette giorni, ma in alcuni casi i sintomi possono durare più a lungo. Soprattutto quelli legati alla diarrea e in caso di infezione per persone più fragili: in questi casi è possibile anche il ricovero del paziente infetto dalla salmonellosi.

Argomenti

Iscriviti a Money.it