Olimpiadi di Rio 2016 a rischio fallimento

Olimpiadi di Rio a rischio fallimento: è quello che afferma il governatore di Rio de Janeiro in merito ai problemi che stanno mettendo in crisi i giochi olimpici di Rio 2016.

I problemi delle olimpiadi di Rio 2016 sembrano non volersi risolvere.
I giochi olimpici, che saranno ospitati dal Brasile a partire dal 5 agosto, sono infatti a rischio fallimento, come ha affermato il governatore di Rio Francisco Dornelles.
Rio de Janeiro - stato federato del Brasile - non sembra ancora disporre dei fondi necessari per concludere i lavori, il che getta ombre e dubbi sulla riuscita delle olimpiadi.

I settori che causano i maggiori problemi alle olimpiadi di Rio sono quello della sicurezza e quello dei trasporti: ancora troppo pochi i fondi per fronteggiare la situazione di crisi ed i lavori incompleti.
Il rischio fallimento per le olimpiadi di Rio 2016 è quindi reale e lo stesso Dornelles ha parlato dell’impossibilità per la città, senza adeguati strumenti, di onorare gli impegni presi.

Il governo federale ha stanziato, nei giorni scorsi, un nuovo pacchetto di fondi per far fronte ai problemi di Rio 2016, ma questi fondi evidentemente non sono ancora arrivati a destinazione.
I rischi in merito alla buona riuscita delle olimpiadi in Brasile sono dunque sempre più grandi.
La mancanza di adeguati strumenti economici andrebbe a paralizzare Rio 2016 e la manifestazione inizierebbe senza aver terminato i lavori più importanti.

Dornelles: così Rio 2016 è destinato al fallimento

A sei settimane dall’inizio delle olimpiadi di Rio 2016, il già citato Dornelles, ha affermato, in un’intervista, che lo stato non ha ancora ricevuto i fondi recentemente approvati dal governo federale.
Fondi, quelli, destinati al settore dei trasporti e della sicurezza pubblica.

“Sono ottimista in merito ai giochi olimpici ma devo comunque guardare in faccia la realtà. Abbiamo la capacità di ospitare in modo grandioso le olimpiadi, ma se non si faranno altri piccoli sforzi i giochi saranno un grande fallimento”,

ha detto il governatore di Rio.
Questa mancanza di denaro non fa altro che aggiungere benzina sul fuoco in un Brasile già immerso nei suoi problemi.

La crisi del Brasile mette a rischio le olimpiadi di Rio

Gli organizzatori di Rio 2016 si sono trovati a fronteggiare una serie di problemi che hanno gettato sempre più ombre sulle olimpiadi.
Prima vi sono state le preoccupazioni legate al virus Zika, poi si è assistito al recente scandalo di doping che ha coinvolto un laboratorio brasiliano così sospeso.
Il tutto senza voler menzionare la grave recessione del Brasile, gli scandali che hanno portato alla sospensione della Rousseff e la più recente bancarotta di Oi, la più grande del Brasile.
Insomma, il Brasile, da questo punto di vista, sembra essere inadatto ad ospitare le olimpiadi di agosto.

Fallimento Rio 2016: necessari fondi federali

Nell’intervista rilasciata, Dornelles ha affermato che, senza lo sblocco dei fondi necessari, lo stato di Rio non riuscirà a sostenere ulteriori spese per più di qualche giorno.
Il governo federale del Brasile ha approvato, la settimana scorsa, un pacchetto di fondi del valore di circa 2.9 miliardi di real brasiliani - ossia più di 700 milioni di euro - ma Dornelles ha denunciato come tali fondi non siano ancora giunti a destinazione.
Senza di essi il fallimento delle olimpiadi di Rio 2016 è assicurato, poiché non solo molti lavori non sarebbero portati a termine ma vi sarebbero anche problemi di ordine pubblico.

Rio 2016: a rischio l’ordine pubblico. Forze dell’ordine in protesta

Uno dei problemi principali delle olimpiadi riguarda le forze dell’ordine che stanno protestando per i mancati pagamenti degli straordinari.

“Le forze di polizia di qui a poco smetteranno di garantire l’ordine. Abbiamo tentato di farci bastare le finanze disponibili ma in questo modo non riusciremo neanche ad arrivare a fine settimana”,

ha detto Dornelles.
Lo stato non è riuscito a pagare gli straordinari agli ufficiali di polizia per più di sei mesi e le proteste stanno montando.

Problemi Rio 2016: metropolitana ancora incompleta

Il secondo grande problema delle olimpiadi di Rio 2016 riguarda l’ampliamento della metropolitana, miglioramento pensato per collegare in modo efficiente il centro della città con le principali strutture olimpiche.
La metro non è stata neppure ultimata e alcuni funzionari hanno recentemente affermato che il progetto sarà completato appena 4 giorni prima dell’inizio dei giochi.
È una secchiata d’acqua gelida sulla fiaccola olimpica.
Senza un adeguato sistema di sicurezza e senza aver completato le linee di trasporto metropolitano vi saranno notevoli problemi durante Rio 2016, come ha specificato Dornelles.
Il governo di Rio de Janeiro, tra l’altro, ha dichiarato lo stato d’emergenza proprio per ottenere i fondi federali necessari allo sblocco della situazione.
Una mancanza di questi potrebbe portare ad una crisi generalizzata nel settore della sicurezza pubblica, della mobilità e della gestione ambientale, come ha ribadito il governatore di Rio.

Insomma, non un periodo facile per il Brasile, scosso da crisi e problemi di ogni tipo.
Sicuramente per le olimpiadi di Rio 2016 gli ostacoli da superare sono ancora molti e il rischio di un loro fallimento è purtroppo reale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories