Rimozione del tatuaggio, quanto costa: tempi e tariffe

16 Novembre 2021 - 23:40

condividi

Non tutti i tatuaggi sono per sempre. Eliminare un tatuaggio è possibile, ma i costi non sono ridotti. Ecco quindi quanto costa e quanto tempo ci vuole per cancellare un tatuaggio sgradito.

Rimozione del tatuaggio, quanto costa: tempi e tariffe

Non siamo qui per giudicare, ma era scontato che il tatuaggio con l’iniziale dell’ex fidanzato o fidanzata prima o poi sarebbe stato rimosso. Una volta presa la decisione di fare un tatuaggio, che come un diamante “è per sempre”, bisogna pensare anche alle conseguenze, in particolare ai costi nel caso si decida di eliminarlo.

La rimozione di un tatuaggio ha un costo piuttosto elevato e questo perché varia in base alla grandezza, alla profondità dell’inchiostro e ai colori utilizzati. Tutti questi elementi concorrono ad aumentare tempi e costi.

Cerchiamo quindi di capire quanto costa eliminare un tatuaggio sgradito, quanto tempo si impiega a eliminarlo e quali sono le tariffe in circolazione.

Quanto costa rimuovere un tatuaggio?

Regalarsi o regalare un tatuaggio non è economico, soprattutto se il tatuaggio in questione non è di piccole dimensioni o presenta dei colori. Abbiamo già trattato in un altro articolo le ragioni per il quale fare un tatuaggio può essere molto costoso, soprattutto negli ultimi due anni di pandemia con gli ulteriori costi che il tatuatore deve affrontare per ogni seduta.

Si spera che non accada mai, ma nel caso di un ripensamento bisogna affrontare l’eliminazione del tatuaggio stringendo i denti. Non solo per il dolore, ma anche per il costo.

Rimuovere un tatuaggio non è economico, così come farselo, ma la rimozione costa in media di più. Infatti, anche per un tatuaggio di piccole dimensioni (costo 50-80 euro), la rimozione potrebbe arrivare a costare fino a 200-400 euro.

Da cosa dipende il costo della rimozione del tatuaggio?

Prendendo come esempio il costo medio per seduta, che va dai 150 euro ai 200 euro, bisogna calcolare in base al proprio tatuaggio di quante sedute si ha bisogno per eliminarlo.

Il numero delle sedute e quindi del costo dipende da:

  • Dimensione del tatuaggio
  • Profondità dell’inchiostro
  • Età del tatuaggio
  • Presenza di colori (i più ostici sono verde, azzurro e giallo)
  • Colore della pelle (più è chiara più è semplice da rimuovere)

Quanto tempo ci vuole per eliminare un tatuaggio

Per calcolare il tempo materiale per eliminare un tatuaggio bisogna fare riferimento alla lista sopra. Infatti a seconda delle dimensioni, dei colori utilizzati e della pelle sulla quale è tatuato, un tatuaggio può essere eliminato in media con 4 o 8 sedute, ma il processo può durare anche un anno (12 mesi).

Questo perché le sedute di laser devono essere scaglionate nel tempo, circa una al mese, per lasciare alla pelle il tempo di smaltire le cosiddette “cellule spezzettate”, ovvero i residui del laser.

Una volta terminata la rimozione con il laser potrebbe essere necessario eliminare la cicatrice. Nel caso in cui si presenti l’opportunità di rimuovere l’eccesso di pelle il costo e il tempo aumenta.

Quali sono le tariffe in circolazione per la rimozione dei tatuaggi?

Facendo una ricerca veloce in rete, i prezzi per la rimozione del tatuaggio sono ancora piuttosto alti. Un consiglio spassionato è di non risparmiare sul costo della rimozione. Meglio spendere un pochino di più ed essere sicuri del risultato finale.

Per rimuovere un tatuaggio i prezzi vanno dai 150 euro ai 200 euro a seduta, il che vuol dire che per un tatuaggio di piccole dimensioni, monocromatico nero su una pelle mediamente chiara, si può arrivare a spendere fino a 800 euro totali.

Rimuovere un tatuaggio fa male?

Rimuovere un tatuaggio può essere molto doloroso, ma non fatevi spaventare: la sensazione di dolore (calore e bruciore) è momentanea. Si può comunque richiedere di essere sottoposti ad anestesia locale nel caso di persone che non sopportano il dolore.

Argomenti

# Moda
# Costi

Iscriviti a Money.it