Ricorso multe online senza avvocato, novità 2020: quanto costa e come si fa

Multe e contravvenzioni ingiuste? Da oggi è disponibile il ricorso online rapido ed economico, senza dover chiamare l’avvocato. Vale però solo per alcune tipologie di violazioni del Codice della Strada. Ecco come funziona.

Ricorso multe online senza avvocato, novità 2020: quanto costa e come si fa

Da oggi è disponibile un metodo alternativo, rapido ed economico per fare ricorso contro multe e contravvenzioni stradali. Si tratta del ricorso online lanciato dal portale vinco.net.

Con questo sistema, gli automobilisti che ritengono di aver ricevuto una multa ingiusta e intendono fare ricorso possono farlo al costo di soli 9 euro, senza bisogno di dover consultare l’avvocato.

I nuovi “ricorsi fai da te” sono riservati, per il momento, a poche tipologie di violazioni del Codice della strada, che sono però le più diffuse (circa il 90%): divieto si sosta, passaggio in zona ztl, eccesso di velocità e semaforo rosso. Basta creare un account sul portale, inserire le credenziali della sanzione e pagare la somma di iscrizione.

Ricorso multe online senza avvocato: come funzionano i “ricorsi fai da te”

Grande novità per gli automobilisti distratti che sono sempre alle prese con multe e contravvenzioni varie. In arrivo una nuova modalità per fare ricorso online senza dover sostenere le spese dell’avvocato.

Questa possibilità nasce grazie al portale vinco.net che ha creato una seziona dove l’automobilista può registrarsi e poi avviare la procedura di ricorso in modo del tutto autonomo e senza complicazioni. Basta effettuare il log in dopo la registrazione e poi cliccare su Ricorso fai da te e Crea il tuo Ricorso. Chi lo desidera potrà anche scegliere la formulazione del ricorso assistita.

A questo punto l’automobilista dovrà pagare 9 euro a titolo di quota di iscrizione sul portale, senza dover sostenere altri costi aggiuntivo. Il ricorso online fai da te è possibile le seguenti contravvenzioni al Codice della strada:

  • attraversamento con semaforo rosso;
  • passaggio in zona ztl;
  • parcheggio in divieto di sosta;
  • eccesso di velocità segnalati da autovelox.

Il sistema presenterà il ricorso al Prefetto, ma in futuro sarà possibile anche davanti al Giudice di pace.

Per tutte le altre tipologie di multe, invece, il ricorso dovrà passare per le vie ordinarie. A riguardo ti consigliamo la nostra guida dedicata su Come contestare una multa, modalità e costi.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Codice della strada

Argomenti:

Codice della strada

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.