Rating Italia: il calendario 2020 delle revisioni

Rating Italia, calendario 2020: tutte le date in cui le agenzie si esprimeranno sul merito di credito nostrano

Rating Italia: il calendario 2020 delle revisioni

Le revisioni del rating dell’Italia da parte delle principali agenzie mondiali sono sempre osservate da vicino in quanto esprimono senza troppi giri di parole il sentiment di mercato nei confronti del Belpaese.

La normativa europea obbliga tutte le agenzie di rating a pubblicare preventivamente le date in cui esse si esprimeranno sul merito di credito dei Paesi.

Esigenze di trasparenza, che anche quest’anno hanno permesso di stilare un vero e proprio calendario 2020 nel quale sono state messe a nudo tutte le date in cui il rating dell’Italia finirà sotto esame.

Per approfondimenti ulteriori consulta la tabella aggiornata con i principali rating nazionali e la scala dei rating delle principali agenzie mondiali.

Rating Italia: calendario e date 2020: il primo round di revisioni

Come di consueto, ogni agenzia si esprime sul merito di credito del Belpaese due volte l’anno. Nel 2020 questi appuntamenti hanno assunto un’importanza ancor più marcata visto l’arrivo inaspettato del coronavirus, che ha travolto l’economia e i conti pubblici del Belpaese.

Il rating d’Italia ha iniziato gli esami il 7 febbraio con Fitch e ha successivamente potuto tirare un sospiro di sollievo fino al mese di aprile. Ecco dunque di seguito il calendario 2020 (riferito alla prima parte dell’anno) delle revisioni già avvenute.

  • 07 febbraio 2020: Fitch
  • 24 aprile 2020: S&P Global
  • 08 maggio: DBRS
  • 08 maggio: Moody’s

Il secondo round di revisioni

Con l’arrivo dell’estate è partito ufficialmente il secondo round di revisioni. Dopo i giudizi iniziali le agenzie torneranno ad esprimersi sul rating dell’Italia nelle seguenti date:

  • 10 luglio 2020: Fitch
  • 23 ottobre 2020: S&P Global
  • 30 ottobre 2020: DBRS
  • 6 novembre 2020: Moody’s
  • 4 dicembre 2020: Fitch

Così si concluderà il calendario 2020 dei giudizi sul rating d’Italia. Le agenzie monitoreranno da vicino lo stato dell’economia (e non solo) nostrana.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories