Quanto guadagna un capotreno? Mansioni e stipendio

Quello del capotreno è un lavoro pieno di responsabilità, ma quanto guadagna? Vediamo le mansioni, stipendio e come diventarlo.

Quanto guadagna un capotreno? Mansioni e stipendio

Il mestiere del capotreno ha il suo fascino, ma quanto guadagna? Gli amanti del viaggio su rotaie almeno una volta nella vita avranno pensato di voler fare questo lavoro.

Abbiamo visto quanto guadagna un postino di Poste Italiane alla luce delle nuove assunzioni previste; ora Trenitalia cerca figure da inserire, tra cui anche capotreni, sulla base del piano quinquennale per giovani laureati e diplomati.

Vediamo allora qual è lo stipendio medio di un capotreno nel nostro Paese e quali sono le mansioni di questi viaggiatori per lavoro.

Quali sono le mansioni del capotreno

Prima di vedere quanto guadagna un capotreno cerchiamo di capire quali sono le mansioni che è tenuto a svolgere e in cosa consiste questo ruolo.

Siamo abituati, quando viaggiamo, a vedere il capotreno che attraversa i corridoi della vettura perfetto nella sua divisa, che apre le porte e si assicura che il treno possa partire con tutti i passeggeri a bordo.

Questo è solo uno dei tanti compiti che spettano al capotreno. Egli è un pubblico ufficiale e come tale ha anche funzione di controllo e vigilanza sui passeggeri. Deve inoltre:

  • assicurarsi prima della partenza del treno che tutto sia in ordine, dalla pulizia ai freni di concerto con il macchinista, ma deve anche assicurarsi che non vi siano pericoli per i viaggiatori;
  • controllare il funzionamento delle porte, luci e impianto di climatizzazione;
  • controllare i biglietti dei passeggeri e nel caso qualcuno ne sia sprovvisto proprio in qualità di pubblico ufficiale può anche effettuare la multa;
  • deve fare da supporto al macchinista e gestire gli scambi e le manovre;
  • compilare e conservare i documenti di viaggio;
  • coordinare il personale di scorta,
  • svolgere la funzione di capostazione quando si trova in stazioni dove non sia prevista quella figura;
  • fornire servizio di assistenza e accoglienza per i passeggeri.

Un aspetto ordinato e la gentilezza sono le due caratteristiche che non devono mancare a un capotreno che si rispetti. Proprio in virtù dell’assistenza che deve eventualmente fornire, il capotreno deve conoscere tutte le informazioni relative agli orari dei treni, cambi, eventuali ritardi.

Nel caso di emergenza è il capotreno che deve occuparsi dell’evacuazione del convoglio rassicurando i passeggeri. Il capotreno è colui che fischia quando è tempo di chiudere le porte e partire. Ora che abbiamo visto quali sono le mansioni del capotreno vediamo qual è il suo stipendio.

Lo stipendio del capotreno

Le mansioni del capotreno sono varie e di grande responsabilità, ma a quanto ammonta lo stipendio?

Per capire quanto vale la busta paga di un capotreno possiamo far riferimento al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Mobilità/Area contrattuale Attività Ferroviarie che disciplina il settore e determina le tabelle retributive dei lavoratori del trasporto su rotaie sulla base del livello di inquadramento.

Lo stipendio di un capotreno dovrebbe essere, sulla base del CCNL di 1.629,76 euro. Di questo:

  • 1.044,47 euro come paga base
  • 536,60 euro come indennità di contingenza;
  • 48,69 euro per altri elementi come trattamento distinto della retribuzione.

Ovviamente questo stipendio è altamente orientativo e varia a seconda dell’azienda per cui si lavora, della zona e del tipo di contratto, di conseguenza anche dal tipo di anzianità di servizio. Vediamo ora come diventare capotreno.

Come si diventa capotreno

Capire come si diventa capotreno può essere utile per decidere se intraprendere o meno questa professione alla luce delle capacità e requisiti che si richiedono. Per diventare capotreno bisogna aver compiuto i 18 anni di età ed essere in possesso di un diploma di scuola superiore.

Questi sono i requisiti base cui si aggiungono anche requisiti fisici come stato della vista e udito valutati in fase di selezione. La selezione per diventare capotreno, come per esempio nel caso di Trenitalia, prevede:

  • test attitudinali;
  • colloquio motivazionale;
  • colloquio tecnico-professionale.
  • A queste prove si possono aggiungere anche altre:
  • test di personalità;
  • abilità manuale;
  • prova di lingua.

I requisiti fisici restano comunque fondamentali ai fini dell’assunzione, anche per diventare capotreno.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Stipendio

Argomenti:

Lavoro Stipendio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \