Quanto guadagna chi vince la Champions League? Il montepremi 2021/2022

Alessandro Cipolla

11 Agosto 2021 - 15:55

condividi

Champions League 2021/2022: il montepremi della competizione che in questa stagione vede ai nastri di partenza Inter, Milan, Atalanta e Juventus.

Quanto guadagna chi vince la Champions League? Il montepremi 2021/2022

Cresce l’attesa per la Champions League edizione 2021/2022, che come da tradizione ormai da alcuni anni vedrà impegnate quattro squadre italiane: (Juventus, Inter, Milan e Atalanta) tutte eliminate.

Nonostante l’emergenza Covid sia ancora in atto, in questa stagione si è tornati al classico calendario per quanto riguarda le Coppe Europee, con l’aggiunta dell’esordio della Uefa Conference League.

In concomitanza con gli Europei, lo scorso 22 giugno sono iniziati i preliminari di Champions, per un lungo percorso che si concluderà con la finale di San Pietroburgo in programma per il 28 maggio.

Ma quanto guadagna chi vince la Champions League? Visto il montepremi messo in palio dalla Uefa, oltre che per la gloria i 32 club in corsa cercheranno di alzare la coppa dalle grandi orecchie anche per potersi assicurare un cospicuo tesoretto.

Il montepremi della Champions League

L’edizione 2021/2022 sarà la Champions League più ricca di sempre, con l’Uefa che ha deciso di aumentare i premi economici previsti magari anche per cercare di placare le ambizioni scissioniste dei club che continuano al guardareal progetto della Superlega.

La Uefa ha messo così sul tavolo un montepremi totale da 2,02 miliardi, lo scorso anno era di 1,95 miliardi, con la ricca torta che verrà spartita tra le 32 squadre partecipanti ai gironi. Già soltanto con questa presenza, ogni club si è assicurato un gettone da 15,64 milioni.

Per capire però quanto potrà guadagnare la squadra che vincerà la Champions League si deve partire da un presupposto: non si può calcolare al momento la cifra esatta, ma si può soltanto fare una stima.

A prescindere però saranno tanti i soldi da mettere in cassa. Oltre al gettone fisso uguale per tutti che incide per il 25% del montepremi, il 30% degli incassi saranno determinati dai risultati, il 30% dal ranking storico e infine il restante 15% dal market pool.

I vari premi

Partendo dalla fase a gironi, ogni squadra riceverà 2,8 milioni per ogni vittoria e 930.000 euro per ogni pareggio. Facendo un esempio, se una società dovesse nelle sei partite fare due vittorie (2,80x2), due pareggi (0,93x2) e due sconfitte (0), incasserà in totale 7,46 milioni.

Ci sono poi i premi già stabiliti per l’approdo ai vari turni successivi. Ecco quanto potranno incassare Juventus, Inter, Milan e Atalanta in base al loro cammino in Champions.

  • Ottavi di finale 9,6 milioni
  • Quarti di finale 10,6 milioni
  • Semifinale 12,5 milioni
  • Finale 15,5 milioni

In più al vincitore verrà assegnato un bonus da 4,5 milioni. In pratica, sommando i vari passaggi di turno il vincitore per quanto riguarda questi premi fissi arriverà a incassare la bellezza di 52,7 milioni.

C’è poi il ranking storico che si basa sul rendimento del club negli ultimi dieci anni. Per ogni quota di coefficiente, ovvero la graduatoria tra le trentadue partecipanti, saranno elargiti 1,137 milioni.

Il market pool poi distribuisce in totale 300,3 milioni di euro derivanti dai diritti televisivi. Le quattro italiane si divideranno una torta da circa 50 milioni per metà in base al piazzamento all’ultimo campionato, mentre per la restante metà si dovrà vedere il cammino di ciascuna squadra.

La stima

Ricapitolando, per avere una stima di quanto incasserà la vincitrice si dovrà fare una somma di tutte queste voci.

  • Gettone fisso di presenza (15,64 milioni)
  • Vittorie e pareggi nei gironi (massimo 16,8 milioni)
  • Incassi fissi per ogni passaggio di turno (48,2 milioni)
  • Bonus per la vittoria (4,5 milioni)
  • Ranking storico (da 1,1 milioni a 36,38 milioni)
  • Market pool (almeno 6 milioni)

Un club di primo piano quindi che dovesse vincere questa edizione della Champions League andrà a incassare almeno 120 milioni. Naturalmente poi si dovrà aggiungere tutti gli incassi del botteghino (anche se ancora dimezzati causa Covid) e i bonus dai vari sponsor.

Cifre queste da capogiro visto che si può arrivare in totale anche a guadagnare 150 milioni: vedendo questi numeri, si capisce perché più che ai campionati nazionali ogni top club ha soltanto la vittoria della Champions come chiodo fisso.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.