Virginia Raggi: quanto guadagna il sindaco di Roma?

Qual è lo stipendio del sindaco di Roma? Quanto guadagna Virginia Raggi? Ecco su quali elementi si stabiliscono le indennità dei sindaci dei Comuni d’Italia.

Virginia Raggi: quanto guadagna il sindaco di Roma?

Quanto guadagna il sindaco di Roma? Qual è lo stipendio di Virginia Raggi?

Il Movimento 5 Stelle ha fatto della riduzione dello stipendio dei politici come il suo cavallo di battaglia, ma ci sono pur sempre delle eccezioni. E Virginia Raggi ne è l’esempio evidente poiché il suo stipendio è più alto persino di quello del Presidente del Consiglio.

È stato il segretario dell’Aduc Mastrantoni il primo ad interrogarsi su quanto guadagna Virginia Raggi e dopo una ricerca piuttosto approfondita è riuscito ad avere le risposte che cercava.

Non è stato semplice però”, ha dichiarato Mastrontoni, perché le cifre dello stipendio della Raggi erano ben nascoste nei meandri del sito di Roma Capitale. Il segretario dell’Aduc poi ha aggiunto:

“Come cittadino romano, mi sarei aspettato di leggere sul portale del Comune, alla voce ’Sindaco’, oltre a ’chi sono’ anche ’qual è la mia indennità’”

Insomma, dopo le polemiche per il caso Muraro e per l’arresto di Raffaele Marra, non sembra esserci pace per Virginia Raggi che adesso deve rispondere anche del perché ha deciso di non ridursi lo stipendio. Naturalmente questo non era un atto dovuto, ma sarebbe stato un segnale importante che la nuova sindaca di Roma avrebbe dato ai suoi elettori.

Ma quanto guadagna Virginia Raggi? E come viene stabilito lo stipendio di un sindaco? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Quanto guadagna un sindaco?

In Italia lo stipendio percepito dal Sindaco non è lo stesso per tutti i Comuni. Infatti, molto dipende dal numero degli abitanti del Comune che amministra, dalla professione che questo esercita, dall’andamento del bilancio e da altri parametri.

Nel dettaglio, le norme che stabiliscono quanto debba guadagnare il sindaco sono contenute dal Decreto n°119 del 4 aprile 2000, in cui sono stati applicati i precetti della legge Bassanini che ha modificato le regole in materia di autonomia e di ordinamento degli enti locali.

Il fattore che determina maggiormente l’indennità del sindaco è il numero dei cittadini residenti nel Comune che amministra. Ecco una tabella che vi spiega come varia lo stipendio del Sindaco in base alla densità di popolazione:

Numero abitanti
Stipendio sindaco
1-1.000 1.290€
1.001-3.000 1.450€
3.001-5.000 2.170€
5.001-10.000 2.790€
10.001-30.000 3.100€
30.001-50.000 3.460€
50.001-100.000 4.130€
100.001-250.000 5.010€
250.001 - 500.000 5.780€
più di 500.000 7.800€

Un altro fattore che influisce sull’indennità del sindaco è la sua “busta paga”. Infatti, qualora il primo cittadino sia un lavoratore dipendente o un pensionato, l’importo che gli spetta va dimezzato. Per percepire lo stipendio intero, il sindaco dovrà richiedere l’aspettativa per l’intero mandato. Lo stipendio viene stabilito anche in base ad altri aspetti, come ad esempio:

  • se la percentuale delle entrate proprie del bilancio comunale è superiore alla media regionale, al sindaco spetta una maggiorazione del 3% sullo stipendio;
  • se la spesa procapite, relativa all’ultimo bilancio approvato, è superiore alla media regionale, lo stipendio subirà un incremento del 2%.

Stipendio del sindaco di Roma: quanto guadagna Virginia Raggi?

A Roma, stando ai dati dell’ultimo censimento del 2012, ci sono 2,627 milioni di abitanti. Quindi, come abbiamo visto dalla tabella precedente, lo stipendio del sindaco della Capitale dovrebbe aggirarsi intorno agli 8mila euro.

Tuttavia non è così, perché lo stipendio del sindaco di Roma è molto inferiore a questa cifra. La normativa infatti prevede che è possibile ridurre il compenso e così è stato. Come dichiarò Marino, lo stipendio del sindaco di Roma è di circa 4.500€, a cui vanno aggiunti i rimborsi per le spese documentate sostenute durante le missioni.

L’ex sindaco di Roma nel corso di diverse interviste fece notare che il compenso da lui percepito non era adeguato: “amministriamo bilanci miliardari e responsabilità enormi. Prima o poi bisognerà riequilibrare, perché probabilmente a Roma si è ecceduto nella battaglia anti-Casta”.

Ma quanto guadagna Virginia Raggi in totale? Come abbiamo appena visto lo stipendio di Ignazio Marino era di 4.500€ a cui però bisognava aggiungere i vari rimborsi.

Molti elettori si aspettavano che la Raggi tagliasse ulteriormente lo stipendio, ma a quanto pare non è stato così.

Infatti, come rilevato dal segretario dell’Aduc Primo Mastrantoni, lo stipendio di Virginia Raggi è di 9.762€ (lordi al mese). Per un guadagno annuale di 117.144€ superiore persino a quello percepito dall’attuale Presidente del Consiglio Gentiloni (114.792€).

Mastrantoni, inoltre, ha attaccato la Raggi per la poca trasparenza, nonostante il Movimento 5 Stelle ne abbia fatto uno degli elementi “fondamentali per la propria attività politica”. Infatti, non è così semplice scoprire la cifra dello stipendio di Virginia Raggi poiché, come rivelato da Mastrantoni, “bisogna cliccare quattro volte per trovarla e si deve essere un minimo pratici con i termini amministrativi”.

Lo stipendio degli altri sindaci d’Italia

Se lo stipendio percepito dal Sindaco di Roma vi sembra molto alto, dovete sapere che ci sono alcuni Comuni d’Italia dove le indennità del primo cittadino sono persino maggiori. Ne è un esempio Bari, dove il sindaco Decaro ha uno stipendio di circa 5.800€.

Tuttavia, c’è anche chi guadagna meno del sindaco di Roma: a Napoli lo stipendio di De Magistris è di 4.100€, mentre a Milano Sala ha un reddito annuale di 62.460 euro.

Gli stipendi dei sindaci, quindi, sono molto inferiori a quelli dei parlamentari, tant’è che alcuni primi cittadini hanno rivendicato un aumento. Renzi però non sembra d’accordo con questa ipotesi. Infatti, quando il premier era sindaco di Firenze (con uno stipendio di 4.300€ mensili) dichiarò: “teniamo ferma la paga dei sindaci, ma dimezziamo quella dei parlamentari”.

Peccato che il suo Governo non abbia fatto ancora nulla per mettere in pratica questa sua idea.

Lo stipendio dei parlamentari come quello della sindaca

Il tema dello stipendio dei nostri politici è da sempre al centro di feroci discussioni e polemiche. Così come per quanto riguarda le pensioni e i vitalizi, che adesso una raccolta firmevorrebbero modificare, il sentore dei cittadini è sempre quello di una profonda disuguaglianza.

Lo stipendio percepito da Virginia Raggi, così come da altri sindaci della penisola, visto la grande mole di lavoro da svolgere oltre che per l’importanza dell’incarico, in fin dei conti è giusto.

Un giusto compenso che il Partito Democratico vorrebbe applicare anche a tutti i parlamentari. Il senatore dem Vannino Chiti infatti è tornato a proporre che lo stipendio di deputati e senatori venga equiparato a quello del primo cittadino di Roma, aggiungendo solo una diaria dimezzata e tagliando tutti gli altri privilegi.

Peccato che la proposta del Partito Democratica fu formulata per la prima nella campagna elettorale del 2013. Ora dopo diversi anni, con alle porte nuove elezioni, si torna a parlare dell’argomento, mentre i cittadini in fondo chiedono solo atti concreti.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.