Quanto costa arredare casa?

5 settembre 2020 - 07:11 |

Quanto costa arredare casa? Domanda obbligatoria per chi decide di fare il grande passo, che sia sposarsi, convivere o andare a vivere da soli.

Quanto costa arredare casa?

Quanto costa arredare casa? La prima risposta è: “Dipende”. Dalle disponibilità economiche, dalle dimensioni e dai propri gusti. Arredare casa è un’operazione che può essere elettrizzante per chi la compie, ma di sicuro non è mai semplice. Quante stanze ci sono? Quanto sono grandi? Come intendete occupare gli spazi? Che tipo di mobili vi piacciono? Siete affittuari o proprietari? Ci sono tante opzioni da considerare e tra queste il tipo di arredamento: uno stile minimal, più moderno, costa meno di quello classico a parità di qualità dei mobili. Le scelte non finiscono qui: adibire la “terza stanza” di un trilocale a studio professionale o a camera per gli ospiti, inserire la lavastoviglie e/o l’asciugatrice modificherà il prezzo finale.

Arredare casa: quanto costa una cucina?


Arredare la cucina erode gran parte del budget a disposizione, perché i mobili che la compongono sono elettrodomestici e hanno un costo decisamente superiore. Piano cottura a parte, forno da incasso e frigorifero sono gli elementi base. In entrambi i casi si parte da una cifra di poco inferiore ai 200 euro e si arriva fino a oltre 5 mila euro e se vuoi aggiungere la lavastoviglie si sale del 50%. Dimensioni e funzioni fanno la differenza, ma non solo. Nel caso del frigo, ad esempio, un monoporta vi costerà meno del combinato, che a sua volta non raggiunge i prezzi, in linea di massima, del più moderno side by side, con congelatore posto a lato e non sopra o sotto. Per un buon rapporto qualità-prezzo il range va dai 300 agli 800 e le abitudini delle singole famiglie possono determinare scelte differenti. In generale, però, ci si proietta verso le cucine componibili complete con elettrodomestici compresi: significa che entri in un negozio (anche virtuale) e compri il pacchetto completo. In questo caso il risparmio è garantito, non necessariamente la convenienza: Ikea è il marchio a basso costo per antonomasia (ma non l’unico) e puoi cavartela anche con mille euro (escludendo tavolo, sedie ed eventuali mensole), ma per una qualità media, con ante e top in laminato, mille euro diventa il prezzo a metro quadro. Con ante in legno e top in quarzo si arriva anche a 1.800 euro a metro quadro con garanzie che vanno dai 5 ai 10 anni. Possibile costo totale per arredare la cucina? Tra i 5 e i 10 mila euro, senza avere grandissime pretese.

Arredare casa: quanto costa un salotto?


Il salotto, che sia un locale separato o un soggiorno con angolo cottura, rappresenta il fulcro della casa, eppure, paradossalmente, potrebbe costare meno di tutte le altre camere, soprattutto oggi. Lo stile moderno, infatti, tende ad un’occupazione parziale degli spazi, proprio per dare aria alla camera e fare in modo che risulti più ampia, anche agli occhi degli ospiti. Una parete attrezzata può persino essere priva di mobili e avere solo mensole (ma a quel punto vi servirà almeno un tavolino per il televisore): pensili o piccole librerie, tuttavia, sono quasi sempre presenti, mentre spesso si fa a meno delle madie. La scelta stilistica, in questo caso, può fare la differenza più o meno quanto la qualità: più “pezzi” togli, meno paghi, al punto da poter spendere solo 100-200 euro da Ikea o arrivare ai 4 mila euro di ArredamentoMD per mobili color noce in melaminico. Poi c’è il divano, che può avere il letto oppure no: per un 3 posti e rivestimento in oyem da Mondo Convenienza potete spendere poco più di 150 euro, per un Kartell in Nilo potete pagare oltre 3 mila euro. E anche sul televisore il range è vastissimo, anche all’interno degli stessi negozi: per un 32 pollici potete pagare poco più di 100 euro da Mediaworld, ma, per quanto si possa far fatica a crederci, per un Samsung da 98 pollici con definizione 8k si può spendere fino a 60mila euro (!). Per tavoli e sedie spesso si tende al risparmio: per un set con 6 sedie con effetto marmo chiaro potete spendere 130 euro, se poi cercate il legno massiccio superate i mille euro. Possibile costo totale per arredare il salotto? Tra i 3 e i 5 mila euro.

Arredare casa: quanto costa la camera da letto?


Arredare la camera da letto significa pensare alla scelta dei seguenti elementi: struttura del letto comprensiva di rete, materasso, armadio, comodini ed eventualmente comò e specchiera. Difficilmente si procede per “pezzi”: non conviene sia per una questione di tempo, sia soprattutto dal punto di vista economico. Vale lo stesso discorso degli altri locali: costa meno comprare il pacchetto completo. Tra i 400 e i 600 euro difficilmente troverete un “all inclusive” perché dovrete pagare a parte rete e materasso, ecco perché inevitabilmente bisogna salire fin quasi a sfiorare i mille euro: il rischio, naturalmente, risiede nella scarsa resistenza delle doghe nell’usura rapida delle cerniere dell’armadio. Arrivando a 1.500-2.000 euro il rapporto qualità-prezzo è più alto, scegliendo marche prestigiose si va anche oltre i 5.000. A differenza del salotto, in camera matrimoniale non è mai conveniente andare sotto una certa soglia: una scelta sbagliata della rete o del materasso può causare problemi alla schiena. Il prezzo di una seconda camera da letto (per i figli) non sarà molto dissimile: si risparmia qualcosa sui materassi e al posto del comò ci vorrà una scrivania.

Arredare casa: quanto costa nel complesso?


Arredare l’intera casa non si limita alla scelta degli elementi fondamentali, cui vanno aggiunti ovviamente i lampadari: tappeti, piante, specchi, quadri e accessori vari sono comunque importanti per renderla accogliente e in questo caso inserire nel budget di partenza altri mille euro potrebbe essere la cosa più giusta. Quello che fa davvero la differenza, in ogni caso, è la qualità: potete arredare una casa intera al costo di 3 mila euro facendo attenzione alle promozioni commerciali dei grandi store o all’usato su e-bay (soprattutto se non è vostra ma siete solo di “passaggio”) o spenderne anche più di 50 mila se avete fatto sacrifici per coronare il sogno di una vita e ora non intendete essere parsimoniosi. In linea di massima, tra i 10 e i 20 mila euro, per un trilocale si può mantenere uno standard medio-alto.

Argomenti:

Risparmiare

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories