Premio Strega 2021: i libri in gara da leggere assolutamente

31 Maggio 2021 - 13:46

condividi

In attesa della rivelazione sulla cinquina finalista, ecco i libri da leggere assolutamente candidati al Premio Strega 2021.

Premio Strega 2021: i libri in gara da leggere assolutamente

È ormai alle porte il Premio Strega 2021. Per la 75^ edizione le proposte librarie sono state ben 62, numero record che ha reso ancora più difficile il compito del Comitato direttivo di ridurre a 12 il numero dei candidati, come da regolamento. La cinquina finalista verrà resa nota il prossimo 10 giugno, a conclusione della prima votazione.

In attesa di conoscere le opere che parteciperanno alla finale, che si terrà l’8 luglio, scopriamo i libri da leggere del Premio Strega 2021.

Il Premio Strega è stato istituito nel 1947 a Roma dalla scrittrice e traduttrice Maria Bellonci insieme all’attore e imprenditore Guido Alberti. Quest’ultimo era il proprietario della casa produttrice del Liquore Strega, che dà il nome al Premio. Dal 1986, anno della morte della sua ideatrice, il Premio Strega è organizzato dalla Fondazione Bellonci.

Il suo obiettivo è quello di promuovere la diffusione della narrativa italiana contemporanea e ogni anno seleziona le migliori proposte editoriali nazionali.

Nonostante sia stato ideato da una donna, il Premio Strega ha visto vincere soltanto 11 scrittrici nel corso dei suoi settantacinque anni di storia. Con una presenza femminile preponderante fra i libri selezionati quest’anno, c’è chi spera che il Premio Strega 2021 possa essere consegnato alla dodicesima donna.

Premio Strega 2021: 10 libri da leggere

La presidente del Comitato direttivo, Melania G. Mazzucco, descrivendo i 12 libri del Premio Strega 2021 ha scritto che, nell’anno della pandemia e del confinamento all’interno delle mura domestiche e dei confini nazionali, non è una sorpresa che “la casa - abitata, posseduta, perduta, occupata, infestata di oggetti -” sia diventata personaggio.

Ecco i libri del Premio Strega 2021.

1) “Il libro delle case” di Andrea Bajani

Il romanzo proposto da Concita De Gregorio, edito da Feltrinelli, viene descritto come “un viaggio attraverso i cambiamenti degli ultimi cinquant’anni”, costruito come “una partita di Cluedo o un poliziesco esistenziale”.

2)“Il pane perduto” di Edith Bruck

È la stessa Edith Bruck ad apparire sulla copertina del suo romanzo autobiografico “Il pane perduto” (La nave di Teseo), in cui rivive il dolore della deportazione al campo di concentramento di Auschwitz. Proposto da Furio Colombo.

3)“Splendi come vita” di Maria Grazia Calandrone

Nell’autobiografico “Splendi come vita” (Ponte alle Grazie), Maria Grazia Calandrone ripercorre il rapporto con la madre adottiva. Proposto da Franco Buffoni.

4)“L’acqua del lago non è mai dolce” di Giulia Caminito

La storia di Antonia, madre coraggiosa che si occupa di una famiglia di quattro figli e un marito disabile. Voce narrante de “L’acqua del lago non è mai dolce” (Bompiani) è quella della figlia Gaia. Il lago, invece, è quello di Bracciano, dove si trasferisce il nucleo proletario.

5)“Sembrava bellezza” di Teresa Ciabatti

Proposto dal due volte vincitore del Premio Strega Sandro Veronesi, “Sembrava bellezza” (Mondadori) è la storia di una scrittrice che conosce il successo dopo essersi sentita per molti anni ai margini. Veronesi lo descrive come “la cosa più vicina ai libri di John Fante” che gli sia capitato di leggere, un romanzo esilarante e, al tempo stesso, una vera e propria lezione di letteratura narrativa.

6)“Borgo Sud” di Donatella Di Pietrantonio

Adriana si presenta all’alba, un neonato in braccio, alla porta della sorella e del cognato. La presenza della donna sconvolgerà la vita della normale coppia borghese. Edito da Einaudi, proposto da Nadia Fusini.

7) “Cara pace” di Lisa Ginzburg

Un romanzo sulla dura scorza delle donne (il “carapace” del titolo) e sulla fatica di crescere senza dimenticare di proteggere gli altri. Edito da Ponte alle Grazie, proposto da Nadia Terranova.

8) “Le ripetizioni” di Giulio Mozzi

“Le ripetizioni” (Marsilio), per i temi trattati, è l’unico libro della dozzina escluso da Premio Strega Giovani, in cui votano studenti liceali. Proposto da Pietro Gibellini, viene descritto come “un romanzo di amore e violenza”, in cui è la ripetizione a dare il senso della realtà.

9) “La casa delle madri” di Daniele Petruccioli

Daniele Petruccioli è un esperto traduttore al suo romanzo d’esordio. “La casa delle madri”, proposto da Elena Stancanelli, racconta la storia familiare di due gemelli, Ernesto ed Elia. Edito da TerraRossa.

10) “Due vite” di Emanuele Trevi

In “Due vite” (Neri Pozza), Emanuele Trevi racconta di due suoi amici, Rocco Carbone e Pia Pera, scrittori scomparsi prematuramente. Proposto da Francesco Piccolo.

11) “Adorazione” di Alice Urciuolo

“Adorazione” (66thand2nd) è il romanzo d’esordio di Alice Urciuolo, classe ‘94, una delle autrici del fenomeno SKAM Italia. La più giovane scrittrice in gara è stata candidata da Daniele Mencarelli per il suo racconto sull’adolescenza ambientato nella provincia di Latina.

12) “L’anno che a Roma fu due volte Natale” di Roberto Venturini

Un dramma “dall’inizio alla fine” che al centro esibisce “rapidi lampi di comicità”. Il romanzo proposto da Maria Pia Ammirati ed edito da SEM è la storia di un’anziana signora che si oppone allo svuotamento della sua casa dai propri ricordi.

Argomenti

# Libri

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Iscriviti a Money.it

Money Stories