Popolare di Vicenza: un nuovo aumento da 500 mln potrebbe prosciugare Atlante

Antonio Atte

13/09/2016

Popolare di Vicenza: ecco perché l’ipotesi di un nuovo aumento di capitale da 500 mln non è poi così remota. Intanto il Fondo Atlante ha finito le munizioni.

Popolare di Vicenza: un nuovo aumento da 500 mln potrebbe prosciugare Atlante

Per la Popolare di Vicenza si prospetta un nuovo aumento di capitale da 500 milioni di euro, che sarà sottoscritto da Atlante. Il fondo creato dal governo per sostenere il sistema bancario italiano sta per terminare le munizioni: attualmente dispone di 1,7 miliardi e un’ulteriore operazione su Vicenza finirebbe quasi col prosciugare le sue casse.

Della dotazione complessiva iniziale di 4,2 miliardi, Atlante ha speso un miliardo e mezzo per salvare la banca vicentina e un altro miliardo per acquisire il controllo di Veneto Banca. E secondo la stampa locale presto potrebbe essere chiamato a un nuovo sforzo per BpVi.

I vertici della Popolare di Vicenza, nel presentare i conti semestrali - che hanno evidenziato un rosso da record per quasi 800 milioni, in gran parte legati alla rottura con Cattolica Assicurazioni, che da sola ha pesato per ben 313 milioni di euro -, hanno annunciato la cessione di 1,9 miliardi di sofferenze nette (4,6 miliardi lordi).

Atlante - che controlla il 99,33% del capitale sociale della Popolare di Vicenza - incasserebbe 1,3 miliardi (invece di 1,9 messi a bilancio) con la cessione del pacchetto di sofferenze al 25% del loro valore: a quel punto si renderebbero necessari ulteriori accantonamenti per 500-600 milioni, ma il coefficiente patrimoniale dell’istituto calerebbe drasticamente al 9%.

Ecco perché un nuovo aumento di capitale - soluzione caldeggiata anche da uno studio di Mediobanca - appare un’ipotesi tutt’altro che remota.

Popolare di Vicenza: le incognite per la cessione

L’altra opzione per il Fondo Atlante sarebbe la cessione della Popolare di Vicenza, magari assieme a Veneto Banca.

Stando ad alcune indiscrezioni di stampa, agli inizi di settembre quattro fondi statunitensi (Atlas, Baupost, Centerbridge e Warburg Pincus) avrebbero presentato un’offerta da un miliardo al Fondo Atlante a sostegno del piano di risanamento dei due istituti del Triveneto, in vista di una eventuale fusione. Ma difficilmente l’operazione si concretizzerà.

Un intervento del Fondo Atlante è stato sollecitato anche dai sindacati a favore della Hypo Bank Alpe Adria, che ha appena ceduto alla Banca Valsabbina sette sportelli e un portafoglio mutui dal valore di 150 milioni di euro, licenziando 110 dipendenti su 280.

Popolare di Vicenza multata per 4,5 milioni

Per la Popolare di Vicenza, comunque, non è un periodo facile. Ai disastrosi conti semestrali ieri sera si è aggiunta una multa da 4,5 milioni da parte dell’Antitrust, che ha accusato l’istituto di pratica commerciale scorretta.

Secondo l’authority BpVi avrebbe “limitato considerevolmente la libertà di scelta dei consumatori in relazione ai prodotti di finanziamento, inducendoli ad assumere una decisione commerciale che non avrebbero altrimenti preso”.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo