Popolare di Bari verso maxi fusione nel Mezzogiorno?

Banche italiane: il Governo vuole favorire le fusioni, soprattutto al Sud. La Popolare di Bari confluirà in un gigante del credito?

Popolare di Bari verso maxi fusione nel Mezzogiorno?

Banca Popolare di Bari potrebbe presto entrare a far parte di un nuovo colosso del credito.

L’ipotesi ha acquistato vigore qualche ora fa, quando la Commissione Finanze della Camera ha approvato un nuovo emendamento al Decreto Crescita volto a favorire le fusioni tra banche italiane del Mezzogiorno.

Grazie all’introduzione della misura, gli istituti di credito disposti ad aggregarsi potranno usufruire di agevolazioni e sconti fiscali pari a 500 milioni di euro (da godere in quattro tranche). Anche la Popolare di Bari potrebbe rientrare a pieno titolo nella lista di banche prossime alla fusione.

Popolare di Bari verso maxi fusione?

L’emendamento al Decreto Crescita non è giunto come un fulmine a ciel sereno. Qualche tempo fa la Lega ha avanzato una proposta simile con l’obiettivo di sostenere proprio Banca Popolare di Bari, ormai scesa sotto i requisiti minimi di capitale richiesti dalla BCE.

Ma cosa cambierà con l’introduzione della misura? Le banche interessate alla fusione potranno far confluire le DTA (deferred tax asset o imposte anticipate) relative alle perdite nel nuovo soggetto e trasformarle così in crediti d’imposta fino a mezzo miliardo di euro. Ogni beneficiario pagherà un canone dell’1,5% all’anno

“Nel Mezzogiorno ci sono istituti di credito in crisi che potrebbero andare in default o avere capitale insufficiente. Interveniamo su situazioni urgenti”,

ha dichiarato il deputato della Lega Giulio Centemero.

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, attorno alla pugliese potrebbe venirsi a creare un maxi polo di popolari del Meridione. Tra gli istituti interessati: Popolare del Cassinate, del Frusinate, di Cortona, di Lajatico, di Valconca, poi ancora Popolare del Lazio, di Fondi, del Mediterraneo, delle province molisane, Popolare Puglia e Basilicata (Bppb), Popolare Spoleto, Popolare pugliese, Popolare Sant’Angelo e Popolare vesuviana.

Stando al citato Centemero, anche la Commissione europea avrebbe espresso parere favorevole sull’emendamento. La misura sarà in grado di inaugurare una nuova stagione di fusioni tra le banche del Sud, inclusa la Popolare di Bari?

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Banca Popolare di Bari

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.