Pivot Points: cosa sono e come si calcolano. Guida completa

icon calendar icon person
Pivot Points: cosa sono e come si calcolano. Guida completa

Vediamo cosa sono e come si calcolano i Pivot Points: i livelli significativi di giornata per il trading su Forex e altri indici.

I Pivot Points sono dei livelli di prezzo ottenuti dall’applicazione di semplici formule matematiche, utili ad individuare i prezzi di supporto e resistenza nella situazione di mercato analizzata.
I punti pivot, così vengono chiamati in Italiano, sono elementi indispensabili per svolgere le analisi tecniche.

Per il trading è quindi necessario conoscere con precisione cosa sono e come si calcolano questi punti, per riuscire ad avere una situazione chiara dei movimenti di prezzo sul mercato.

I Pivot points furono introdotti da Neal Weintraub, un trader di Chicago e sono utilizzati perlopiù nel trading intraday per determinare i livelli di prezzo più favorevoli per aprire o chiudere le proprie posizioni.

Per conoscere il funzionamento di questo strumento, sapere in che modo si devono calcolare e conoscerne le funzionalità Forexinfo.it ha deciso di creare una guida completa.
Ecco i principali argomenti che si tratteranno nella seguente guida:

Entriamo adesso nello specifico e capiamo come si usano i punti pivot e per quale ragione sono così importanti per i trader.

Pivot Points: cosa sono?

Chiariamo subito un punto fondamentale, mettendo nero su bianco una piccola definizione di questo strumento dell’analisi tecnica.

I pivot points sono indicatori utili a individuare potenziali aree di supporto e resistenza. Questi indicatori sono contraddistinti principalmente dal loro grado di oggettività in quanto il loro metodo di calcolo è un metodo standard.

Inoltre sono molto utili per fare trading a breve termine e possono essere usati per identificare punti di inversione del trend e per riconoscere livelli chiave che confermino l’avvenimento di un reale breakout.

Come abbiamo detto il metodo per calcolare un pivot point è più o meno standard, e così è anche quando a esso vengono associati i valori di supporto e resistenza.
Generalmente i calcoli vengono effettuati automaticamente dalle piattaforme di trading e anche Forexinfo.it vi propone un calcolatore di Pivot Points che può aiutare i trader che sono alle prime armi.

Una volta chiarito questo punto rimane però da rispondere ad una domanda importantissima: come utilizzare i pivot points in una strategia di trading? Vediamolo insieme.

Pivot Points: come utilizzarli nel trading

Durante una fase di range trading i pivot points possono essere utilizzati come livelli di supporto e resistenza.
Se un prezzo tocca più volte un livello senza romperlo, significherà che il livello è forte. Una volta appurato questo, si potrà piazzare il proprio ordine, a seconda se il prezzo stia per toccare un supporto o una resistenza.

I Pivot Points vengono presi in considerazione per determinare la direzione primaria del mercato identificando i principali livelli di supporto (Pivot Low) e di resistenza (Pivot High).
Quindi sono uno strumento utile per capire in che modo inserirsi nel mercato e iniziare la sessione di trading.

Ciò che non bisogna sottovalutare, tuttavia, è l’eventualità di un breakout, poiché tali livelli possono sempre essere soggetti a rotture. Solitamente in caso di breakout si adottano due strategie:

  • strategia conservativa: consiste più o meno nell’attendere, cosa che può però ritorcersi contro al trader. Il rischio è infatti quello di non sfruttare l’intensità iniziale del trend e quindi muoversi in ritardo. La stessa strategia può però essere salvifica, dal momento che impedisce di piazzare male degli ordini;
  • strategia aggressiva: utile per sfruttare al meglio l’eventuale enfasi di un trend positivo. In caso di breakout è dunque anche consigliabile sapere quando piazzare uno stop loss al fine di massimizzare i profitti e non andare in perdita.

Abbiamo adesso più chiaro cosa sono e quali sono le funzioni dei punti pivot per il trading; approfondiamo adesso come si calcolano.

Pivot Points: come si calcolano?

Per chi volesse calcolare i Pivot Points senza aiuto degli strumenti automatici dovrà però rispettare delle regole ed attenersi a dei paramenti.
Di seguito troverete tutte le indicazioni per procedere al calcolo dei Pivot Points.

I Pivot Points, ripetiamo, sono indicatori che indicano la direzione del mercato e per tale ragione sono uno degli strumenti importanti per l’analisi tecnica.
I livelli dei Pivot vengono possono anche essere utilizzati per generare livelli validi in un’ottica settimanale o mensile.

I dati necessari per il calcolo dei Pivot Points sono:

- il prezzo massimo (H)
- il prezzo minimo (L)
- il prezzo di chiusura (C)

Il prezzo medio (Average Price=AP) si calcola con questa formula:


\mbox{AP}= \frac{H+L+C}{3}

Dato AP si può procedere al calcolo dei Pivot Points con le seguenti formule:

1° pivot di supporto:
- S1=(2*AP)-H

1° Pivot di Resistenza:
- R1=(2*AP)-L

2° Pivot di Supporto:
- S2=AP-(R1-S1)

2°Pivot di Resistenza:
- R2=(AP-S1)+R1

Pivot Points come segnali operativi

I Pivot Points sono utilizzati, dai trader più esperti, anche come segnali operativi, ossia come indicatori per capire se comprare o vendere.
I 4 livelli (R1, S1, R2, S2) generano i seguenti segnali:

- R1: Segnale di vendita se toccato (La resistenza respinge i prezzi).
- S1: Segnale di acquisto se toccato (Il supporto respinge i prezzi).
- R2: Segnale di acquisto se violato (Partenza di un trend rialzista).
- S2: Segnale di vendita se violato (partenza di un trend ribassista).

I Pivot Points sono infatti utilizzati anche per capire il sentiment del mercato, così da vedere se i trader si muovono verso la vendita o verso l’acquisto. Per fare ciò si dovrà tenere sempre sotto osservazione il grafico e vedere dove si posizionerà la linea del Pivot Point.

Se la linea data dai Punti Pivot verrà rotta verso l’alto allora l’indicazione sarà quella di comprare, se invece verrà rotta verso il basso il segnale sarà di procedere alla vendita.

Ovviamente i cambiamenti saranno repentini e starà alla bravura del trader riuscire a cavalcare l’onda.

Pivot Points: sono utili al trading?

I Pivot Points sono molto utili ai trader che effettuano l’analisi tecnica, dal momento che sono segnali molto chiari. Ovviamente questo strumento deve essere utilizzato in modo consono e non ci si potrà basare solo ed esclusivamente su questo indicatore.

I Pivot Points però, se usati insieme agli altri strumenti, sono un ottimo modo di avere una visione chiara dell’andamento del mercato.
Essi infatti permettono di anticipare il trend e per questo sono molto usati dai trader. Prima di addentrarti nel mondo del trading ti consigliamo però di approfondire le basi dell’analisi tecnica e di effettuare i primi investimenti solo quando sarai certo delle tue strategie.

Ai trader che hanno meno esperienza consigliamo inoltre di leggere Media mobile: cos’è, come si calcola e quali sono le più usate. Guida completa. In modo da conoscere un altro importante strumento che i trader utilizzano nell’analisi tecnica.

Chiudi X