Piero Angela sul Covid-19: «Il vaccino è sicuro. Fiducia nella scienza»

Redazione IlGiornale.it

22 Aprile 2021 - 18:01

condividi
Facebook
twitter whatsapp

In una intervista al Giornale.it Piero Angela, il maestro della divulgazione scientifica in Italia: «Tutti i farmaci hanno effetti collaterali. Se leggessimo i bugiardini, non assumeremmo più farmaci».

Piero Angela sul Covid-19: «Il vaccino è sicuro. Fiducia nella scienza»

I vaccini sono sicuri. Tutti i medicinali hanno degli effetti collaterali basta leggere i bugiardini”. Il maestro della divulgazione scientifica in Italia, Piero Angela, non ha dubbi: bisogna affidarsi alla medicina e non avere timore.

Dall’alto dei suoi 92 anni, quasi 70 passati nel servizio pubblico (prima in radio e poi in televisione), Angela ha portato la scienza nelle case degli italiani rendendo semplice ciò che era di difficile comprensione.

Questa è stata la chiave di Super Quark - 55 minuti di approfondimento televisivo e una colonna sonora indimenticabile (l’Aria sulla quarta corda di Bach) - che a marzo ha compiuto 40 anni e che piace ancora ai telespettatori. Per questo ci sarà una nuova stagione che andrà in onda presto con “dieci puntate, non ancora registrate sull’amore, dall’innamoramento alla gelosia, dal tradimento alla sessualità”, come rileva lo stesso Angela che ricorda di essere da sempre vicino agli scienziati.

Non mi sono mai occupato di Covid e non sono abituato a dare giudizi senza aver approfondito. Ma una cosa bisogna sottolinearla”, è il commento del divulgatore sulle polemiche legate alla pandemia. “È sempre facile parlare col senno di poi”. Angela si riferisce all’intera gestione della pandemia, ma anche al tema vaccini sul quale, secondo lui, “si è creata troppa enfasi, motivo per cui la gente si è spaventata”.

Ma non c’è da spaventarsi, anzi “per tornare alla normalità bisognerà vaccinarsi ogni anno” e questa pratica sarà comune per tutti.

Noi spesso pensiamo che il Covid rappresenti un problema solo italiano. Ci sbagliamo. È un’infezione mondiale che va ben oltre i nostri confini e ha causato danni a ogni Paese del mondo”, precisa. Infine, da “nonno della tivù” ammonisce: “ Serve più serietà. Solo così possiamo fare un passo in avanti”.

Continua a leggere su IlGiornale.it

Argomenti

Iscriviti alla newsletter