Pensione opzione donna: la domanda deve essere presentata entro un certo termine?

Lorenzo Rubini

30 Novembre 2020 - 16:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Per chi ha maturato il diritto alla pensione con l’opzione donna è necessario presentare domanda entro una certa scadenza?

Pensione opzione donna: la domanda deve essere presentata entro un certo termine?

La pensione con l’opzione donna, quasi certamente sarà prorogata anche per il 2021 e coinvolgerà tutte le lavoratrici che compiranno i 58 anni (59 anni per le lavoratrici autonome) e matureranno i 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2020.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno, sono nata 17/02/1962 ed ho 37 anni di contributi.
Temendo la riforma delle pensioni e che non potrò uscire più avanti con la pensione anticipata 41 anni e 10 mesi, mi chiedo, nel corso del 2021 entro quale tempo massimo potrò fare domanda per opzione donne? Avrò così modo di verificare i cambiamenti sulle pensioni nella legge di bilancio 2021.”

Pensione opzione donna: quando la domanda?

Per chi raggiunge i requisiti di accesso all’opzione donna entro il 31 dicembre 2020 la domanda di pensione non ha una scadenza. Cerchiamo di capire.

Se si raggiungono i requisiti di pensionamento mentre una misura previdenziale è in vigore ed in corso si cristallizza il diritto a richiedere la pensione con quella misura anche in qualsiasi momento successivo, e anche se intervengono delle norme che vado a modificare quella legge stessa.

Se anche, quindi, l’opzione donna dopo la proroga del 2021 non dovesse più essere rinnovata, chi ha maturato i requisiti di accesso conserva il diritto alla presentazione della domanda di pensione con quella misura anche negli anni successivi.

Non è, quindi, obbligata a presentare domanda di pensione con opzione donna obbligatoriamente nel 2021, ma può farlo, se lo desidera, anche nel 2022, nel 2023 e cos’ via.

Lei avendo raggiunto i requisiti entro la fine del 2020, infatti, ha congelato quel diritto e può esercitarlo in qualsiasi momento successivo.

Può tranquillamente vedere quali cambiamenti interverranno in ambito pensioni in prossimo anno, senza la preoccupazione di perdere la possibilità di accedere alla pensione con l’opzione donna (diritto che nessuno potrà revocarle, neanche un legge che abolisca del tutto l’opzione donna, poichè lei ha raggiunto tale diritto mentre la misura era in vigore).

Può tranquillamente anche attendere i 4 anni che la separano dalla pensione anticipata ordinaria avendo la certezza che se qualche normativa interverrà a modificare i requisiti di accesso potrà, in ogni caso, presentare domanda di pensione con opzione donna anche nel 2024 se lo desidera.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories