Pensione opzione donna e cristallizzazione del diritto

Una volta raggiunto il diritto alla pensione con l’opzione donna il diritto si cristallizza oppure no?

Pensione opzione donna e cristallizzazione del diritto

Annunciata e compresa nella bozza della Legge di Bilancio 2021, la proroga dell’opzione donna dovrebbe permettere il pensionamento delle lavoratrici dipendenti nate nel 1962 e delle lavoratrici autonome del 1961 che siano in possesso entro il 31 dicembre 2020 di almeno 35 anni di contributi.

Resta invariata la finestra di attesa per la decorrenza della pensione di 12 mesi per le lavoratrici dipendenti e di 18 mesi per le autonome.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buonasera, approfitto della sua gentilezza ancora una volta. Mi sono recata a due Caf per ulteriori spiegazioni e purtroppo mi hanno fornito pareri contrastanti. Io ho maturato il requisito per opzione donna a marzo 2020 con 35 e 58 di età. Nella speranza che venga prorogata ancora di un anno, la mia domanda è questa: Se viene rinnovata solo per un altro anno, io posso decidere di andare in pensione con opzione donna anche tra 2 o 3 anni? O devo per forza andare via al massimo dopo 12 mesi dalla decorrenza dei requisiti? Un caf mi ha detto che devo andar via al massimo dopo 12 mesi dai requisiti, perchè se poi O.D. non la rinnovano più....perdo la possibilità di usufruirne. L’altro mi ha detto che i requisiti sono cristallizzati e posso andar via quando pare a me, anche dopo 3 o 4 anni, anche se opzione donna non viene piu prorogata.
Per me sarebbe importante quest’ultima, perché avrei intenzione di stare ancora qualche anno in più a lavoro, ma avere la chance di poter andar via, qualora a lavoro le cose prendessero una piega per me difficoltosa. Mi scuso, ma confido nel suo parere.”

Pensione opzione donna si cristallizza

La cristallizzazione del diritto alla pensione prevede che una volta raggiunto il diritto ad una pensione, maturando i requisiti richiesti per l’accesso, questo diritto si congela anche nel caso che intervenga una normativa successiva che apporti dei cambiamenti alla misura o che la elimini del tutto.

Il lavoratore che ha cristallizzato il diritto alla pensione con una determinata misura può esercitare tale diritto in un qualsiasi momento successivo senza che questo possa venir meno in alcun modo.

La cristallizzazione si applica anche nell’ambito dell’opzione donna permettendo, ad esempio, alle lavoratrici che hanno raggiunto i requisiti di pensionamento entro il 2019 di presentare domanda di pensione anche fra 3 o 4 anni e anche se la misura non verrà prorogata nel 2021.

Nel suo caso la cosa fondamentale per raggiungere il diritto alla pensione con il regime sperimentale è che l’opzione donna venga prorogata nella prossima legge di bilancio permettendo il raggiungimento dei requisiti entro il 31 dicembre 2020.

Se la proroga dovesse essere confermata, avendo lei raggiunto i requisiti di pensionamento entro la fine del 2020 potrà esercitare il diritto a richiedere la pensione opzione donna, a partire da 12 mesi dopo il raggiungimento dei requisiti, in un qualsiasi momento successivo.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti:

Opzione donna

Iscriviti alla newsletter

Money Stories