Pensione di reversibilità figli: spetta quella di entrambi i genitori?

La pensione di reversibilità, che generalmente spetta al coniuge, in alcuni casi spetta anche ai figli maggiorenni e inabili al lavoro.

Pensione di reversibilità figli: spetta quella di entrambi i genitori?

In un precedente articolo abbiamo risposto ad un lettore sulla possibilità di diritto della pensione di reversibilità per i figli invalidi superstiti del pensionato.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno
Vorrei sapere, per favore, se la Persona riconosciuta totalmente inabile può percepire la pensione d’invalidità da parte di entrambe i genitori oppure da parte di uno dei due. Inoltre, qualora si ottenesse decadrebbe totalmente il contributo dell’accompagno?
Grazie”

Pensione di reversibilità inabili: di entrambi i genitori?

Il discorso non è così semplice. Il figlio totalmente inabile al lavoro ha diritto alla pensione di reversibilità del genitore defunto solo se al momento del decesso è fiscalmente a carico di quest’ultimo.

Nel caso della pensione di reversibilità, al decesso del pensionato il diritto spetta in primis al coniuge superstite.

Se c’è anche un figlio a carico per cui spetta la pensione di reversibilità, il coniuge superstite percepirà, invece che la quota del 60%, una quota che comprende anche la parte spettante al figlio a carico per un totale dell’80% della pensione originaria.

Il figlio, quindi, non può percepire la pensione di reversibilità di entrambi i genitori visto che per il primo che verrà a mancare la pensione ai superstiti spetterà al genitore rimasto in vita e che lo ha a carico.

Per quel che riguarda l’indennità di accompagnamento, invece, è completamente compatibile con la pensione di reversibilità e, quindi, nel momento che il figlio inabile al lavoro diventi titolare della pensione di reversibilità del genitore non vi è alcun rischio che perda l’indennità di accompagnamento.

Argomenti:

Reversibilità

Iscriviti alla newsletter

Money Stories