Pensione di reversibilità ai figli disabili, quando può essere richiesta?

Lorenzo Rubini

18 Dicembre 2020 - 17:59

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Alla morte del pensionato parte della sua pensione spetta ai familiari superstiti, in alcuni casi specifici anche ai figli.

Pensione di reversibilità ai figli disabili, quando può essere richiesta?

Dopo il decesso del pensionato parte della sua pensione può essere richiesta dai familiari superstiti. La pensione di reversibilità può essere richiesta dal coniuge, da figli minori, studenti fino a 26 anni o inabili, in alcuni casi spetta anche a genitori, nipoti o fratelli e sorelle.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Sono invalida al 75 percento sono a carico di mia mamma anziana vorrei sapere se avrò diritto alla reversibilità della pensione’ grazie”.

Pensione di reversibilità ai figli

Per avere diritto alla pensione di reversibilità del genitore il figlio deve essere a carico del genitore al momento del decesso ed inabile al lavoro.

Il concetto di “a carico” ai fini della pensione di reversibilità si discosta leggermente dal carico ai fini IRPEF. La normativa, infatti, prevede che “ai fini del diritto alla pensione ai superstiti, i figli di età superiore ai 18 anni e inabili al lavoro … si considerano a carico dell’assicurato o del pensionato se questi, prima del decesso, provvedeva al loro sostentamento in maniera continuativa”.

Con sostentamento si intende, poi, sia la non autosufficienza economica che il mantenimento.

Se il figlio inabile a carico è convivente con il genitore al momento del decesso basta la non Autosufficienza economica a dare diritto alla quota di pensione ai superstiti. In caso non vi sia la convivenza è necessario dimostrare anche il mantenimento abituale.

Pensione di reversibilità ed inabilità

Attenzione, la pensione di reversibilità non spetta per figli disabili in generale ma solo per i figli inabili, ovvero quelli che si trovano nell’assoluta impossibilità di svolgere una qualsiasi attività lavorativa.

L’INPS, per certificare l’inabilità assoluta solitamente fa riferimento alla certificazione dell’invalidità civile che deve essere al 100% con o senza indennità di accompagnamento.

Nel suo caso, quindi, pur essendo a carico di sua madre avendo invalidità del 75% non avrà diritto alla pensione di reversibilità in caso di decesso.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories