Pensione con 41 anni di contributi: non basta essere precoci

Per poter accedere alla pensione quota 41 con 41 anni di contributi non è sufficiente essere un lavoratore precoce.

Pensione con 41 anni di contributi: non basta essere precoci

La pensione quota 41 permette ai lavoratori precoci che hanno versato almeno 12 mesi di contributi derivanti da lavoro prima di compiere i 19 anni, di accedere al pensionamento con soli 41 anni di contributi. Ma non basta essere precoci per poter fruire del beneficio, è richiesto anche di appartenere ad uno dei profili di tutela.

In questo articolo risponderemo a due lettori di Money.it che ci scrivono:

“Buongiorno, sono nato il 29/12/1970. Ho iniziato a lavorare nel 1986, a dicembre 2020 mi trovo con 33 anni di contributi versati. Potrò andare in pensione con i 41 anni di contributi? Cosiddetta precoci!”

“Buona serata, sono un dipende privato nato nel 1961,contributi continuativi da settembre 1979, dovrei andare in pensione il 1dicembre 2022. Mi chiedo, non sono un lavoratore precoce? Visto che al compimento di 19 anni avevo un anno di contributi versati.”

Pensione con 41 anni di contributi

Per poter accedere alla quota 41 riservata ai lavoratori precoci, è necessario essere in possesso di determinati requisiti:

  • almeno 12 mesi di contributi derivanti da lavoro versati prima del compimento dei 19 anni di età;
  • aver maturato almeno 41 anni di contributi totali;
  • appartenere ad uno dei profili di tutela.

Alla pensione con la quota 41, quindi, possono accedere tutti i lavoratori precoci che abbiano maturato i 41 anni di contributi e che si trovino in una delle seguenti situazioni:

  • essere un lavoratore dipendente disoccupato a causa di licenziamento, anche collettivo, che ha terminato di fruire dell’intera Naspi spettante da almeno 3 mesi;
  • essere un lavoratore con invalidità pari o superiore al 74%
  • essere un lavoratore che si prende cura da almeno 6 mesi di un familiare convivente con grave handicap in base alla legge 104
  • essere un lavoratore gravoso oppure usurante.

Purtroppo se non si rientra nei profili sopra descritti la pensione con la quota 41 non spetta e sarà necessario attendere di maturare i requisiti di accesso alla pensione anticipata che richiede 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti:

Quota 41

Iscriviti alla newsletter

Money Stories