Pensione anticipata 64 anni: con Fornero o altre opzioni per comparto AFAM?

Lorenzo Rubini

11 Maggio 2021 - 11:47

condividi

Per accedere al pensionamento anticipato AFAM dal termine di quest’anno scolastico è possibile con anticipata Fornero o ci sono altre opzioni?

Pensione anticipata 64 anni: con Fornero o altre opzioni per comparto AFAM?

Nel comparto scuola e AFAM i pensionamenti seguono regole diverse rispetto alla generalità dei lavoratori. Questi lavoratori, infatti, hanno una sola finestra di uscita ogni anno, il 1 settembre per il comparto scuola ed il 1 novembre AFAM. Se non si riesce a centrare i requisiti richiesti dalla Legge Fornero, quali opzione si possono esercitare?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno
Quest’anno accademico 2020/2021, prima dell’inizio del prossimo anno accademico e cioè il primo novembre 2021 avrò maturato 41 anni 10 mesi e 25 giorni e 64 anni che compirò il 28 ottobre 2021. Sono ottavo livello docente conservatorio.
Quando è previsto per me andare in pensione con i requisiti legge Fornero?
E nel caso, quale altre possibilità ho?
Ringrazio vivamente
Cordiali saluti”

Pensione a 64 anni

Per accedere al pensionamento con la pensione anticipata prevista dalla Legge Fornero agli uomini sono necessari 42 anni e 10 mesi di contributi che, quindi, lei maturerà solo al termine del prossimo anno accademico il 31 ottobre 2022.

Con i suoi requisiti, però, potrebbe accedere al pensionamento fin da subito con la quota 100 visto che ha raggiunto abbondantemente sia il requisito anagrafico che quello contributivo richiesti dalla misura, ed in teoria avrebbe diritto al pensionamento già dal 1 novembre 2021.

Il problema principale è che i dipendente del comparto scuola ed AFAM il pensionamento è subordinato alla presentazione di domanda di cessazione dal servizio entro i termini stabiliti annualmente dal MIUR (che sono ormai decorsi). Se non ha presentato domanda di cessazione, quindi, entro la data ultima in cui era possibile farlo, il pensionamento il 1 novembre 2021 non è possibile, nonostante lei abbia raggiunto il diritto alla pensione.

Di fatto, quindi, in assenza di presentazione di domanda di cessazione sarà costretto a restare il servizio per un altro anno accademico potendo accedere al pensionamento, sia con l’anticipata ordinaria che con la quota 100, dal 1 novembre 2022 previa presentazione della domanda di cessazione entro i termini che il MIUR stabilirà entro la fine del 2021 per i pensionamento del 1 settembre e 1 novembre 2022 per personale del comparto scuola e AFAM.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it