Chi è Paolo Damilano, il candidato del centrodestra a Torino?

Alessandro Cipolla

10/06/2021

10/06/2021 - 11:55

condividi

Sarà Paolo Damilano il candidato sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative a Torino: la biografia e i guadagni dell’imprenditore che per i sondaggi appare destinato a un ballottaggio con il centrosinistra.

Chi è Paolo Damilano, il candidato del centrodestra a Torino?

Paolo Damilano sarà il candidato sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative a Torino, che si terranno a ottobre dopo lo slittamento deciso dal Governo a causa del perdurare dell’emergenza Covid nel Paese.

Nel delicato Risiko delle candidature del centrodestra in vista delle elezioni amministrative 2021, la scelta di Damilano era da tempo data come scontata ma adesso, al termine dell’ennesimo vertice della coalizione, è arrivata l’ufficialità in contemporanea con quella di Enrico Michetti a Roma.

Una decisione arrivata proprio alla vigilia delle primarie del PD a Torino per la scelta del candidato sindaco. Stando ai sondaggi, un ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra appare inevitabile.

Ma chi è Paolo Damilano? Vediamo la biografia e i guadagni di questo imprenditore che, dopo il quinquennio di Chiara Appendino e gli anni del centrosinistra, guiderà l’assalto del centrodestra in queste elezioni amministrative a Torino.

Paolo Damilano: la biografia e i guadagni

Classe 1965 e torinese doc come ha voluto subito specificare nella biografia presente sul suo sito personale, Paolo Damilano è un imprenditore alla guida insieme al fratello Mario di un gruppo che, stando a un articolo del 2019 del Sole 24 Ore, è capace di fatturare 75 milioni l’anno.

Nel sito della Regione Piemonte, viste le cariche ricoperte in passato di Presidente di Film Commission Torino e del Museo Nazionale del Cinema, è possibile visualizzare il suo UNICO 2019 per un reddito complessivo dichiarato di 391.290 euro.

UNICO 2019
l’UNICO 2019 di Paolo Damilano

I principali business del suo gruppo sono sostanzialmente due: la storica cantina di Barolo della sua famiglia e le acque minerali, dove controlla sette marchi: Alpi Cozie, Fonte delle Alpi, Martina, Monviso, Mugniva, Sparea e Valmora.

Di recente, la sua attività si è estesa anche alla ristorazione rilevando nel 2008 il Pastificio Defilippis, diventato in seguito anche un ristorante, mentre nel 2013 è stato acquisito lo storico Bar Zucca.

Le cose di cui sono più fiero nella mia vita sono due, che per me sono due facce della stessa medaglia: aver lavorato e aver creato lavoro - si legge nella biografia di Paolo Damilano - Anche quando ho avuto l’onore di ricoprire ruoli importanti per il territorio, come la presidenza del Museo del Cinema o quella di Film Commission, ho voluto introdurre questa mentalità: conta quello che fai. È dal fare, che si misurano le persone”.

Altra grande passione è lo sport “ho amato particolarmente Bjorn Borg, innovatore di un tennis che pareva immobilizzato”, ma adesso ad attenderlo c’è una partita assai impegnativa, quella delle elezioni amministrative a Torino dove sarà il candidato sindaco del centrodestra.

I sondaggi

Sono diversi i sondaggi che sono già stati realizzati in vista delle elezioni amministrative a Torino. Da quanto emerge, sembrerebbe inevitabile un ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra.

L’ultimo sondaggio in ordine di tempo è stato realizzato da Bidimedia in data 19 maggio. In testa ci sarebbe proprio Paolo Damilano, con il candidato del centrosinistra di poco staccato.


Fonte Bidimedia

Il Movimento 5 Stelle sarebbe così l’autentico ago della bilancia al ballottaggio, con un eventuale patto giallorosso che potrebbe risultare decisivo nel testa a testa finale a Torino.


Fonte Swg

Un altro sondaggio realizzato il 25 febbraio da Swg, ha ipotizzato Stefano Lo Russo come candidato del Partito Democratico: in questo caso, il centrosinistra riuscirebbe a superare al ballottaggio il centrodestra.

Iscriviti a Money.it