Obbligazioni Banca Mondiale per investire in rupie indonesiane

Obbligazioni Banca Mondiale 6,25% 2022 in rupie indonesiane (XS1941773647) da oggi sul Mot di Borsa Italiana. Caratteristiche, vantaggi e rischi

Obbligazioni Banca Mondiale per investire in rupie indonesiane

Come investire in obbligazioni in rupie indonesiane? Per la maggior parte degli investitori è quasi impossibile accedere a mercati valutari di Paesi Emergenti. Tuttavia in borsa sono a volte disponibili strumenti finanziari che permettono anche al risparmiatore comune di poter diversificare il proprio portafoglio in base al suo profilo di rischio investendo anche in obbligazioni di valute poco trattate, ma allo stesso tempo liquide e negoziabili senza difficoltà.

Come per le recenti obbligazioni emesse dalla Banca Mondiale in rupie indonesiane (IDR) e disponibili dal 11 febbraio 2019 su EuroMot di Borsa Italiana (Isin XS1941773647). Si tratta obbligazioni a tasso fisso del 6,25% annuo che vengono trattate in valuta indonesiana, ma il cui rimborso e pagamento degli interessi sarà in Euro. Più nel dettaglio, la Banca Mondiale ha collocato obbligazioni per 60 miliardi di rupie indonesiane, il cui ammontare minimo negoziabile è di 15 milioni di rupie, quindi 4.000 lotti, per un controvalore unitario di circa 1.000 euro al cambio attuale. Le obbligazioni Banca Mondiale Tasso Fisso 6,25% hanno durata triennale, pagano la cedola l’11 febbraio di ogni anno e vanno a rimborso in unica soluzione a scadenza l’11 febbraio 2022.

Obbligazioni Banca Mondiale Tasso Fisso 6,25%

Il rischio emittente è praticamente minimo in quanto la Banca Mondiale gode del massimo merito creditizio da parte delle agenzie di rating internazionale (AAA), per cui il pagamento degli interessi e il rimborso del capitale a scadenza è quasi certo. L’investitore deve però tenere conto del rischio cambio poiché si acquistano titoli denominati in una valuta diversa dall’Euro. Benchè l’Indonesia goda attualmente di rating “investment grade” (Baa2 per Moody’s, BBB- per Standard & Poor’s e BBB per Fitch), il cambio EUR/IDR riflette una certa volatilità il che potrebbe pregiudicare il guadagni a partire dall’investimento iniziale. Molto importante, quindi, è saper cogliere il timing giusto poiché si va ad acquistare obbligazioni in rupie indonesiane.

Il regime fiscale

Dal punto vista fiscale, è importante ricordare che le obbligazioni emesse dalla Banca Mondiale, quale organismo sovranazionale riconosciuto dall’Italia, sono equiparate ai titoli di stato, quindi sono soggette a imposta sostitutiva agevolata pari al 12,50%. Pertanto, la tassazione applicata agli interessi maturati e all’eventuale capital gain sarà quella stabilita per i titoli di stato italiani ed esteri (Paesi white list) che rientrano in questo profilo fiscale. A differenza di tutti gli altri investimenti la cui imposizione fiscale in Italia è attualmente al 26%.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su Obbligazioni tasso fisso in valuta

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.