Nuova ordinanza Regione Campania: le regole fino al 30 settembre

Martino Grassi

1 Settembre 2021 - 10:21

condividi

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha emesso una nuova ordinanza in cui sono contenute le regole valide fino al 30 settembre che comprendono anche l’obbligo della mascherina all’aperto.

Nuova ordinanza Regione Campania: le regole fino al 30 settembre

Nuova ordinanza per la regione Campania: il presidente Vincenzo Del Luca continua la sua battaglia contro la diffusione del Covid a suon di ordinanze e inasprisce le misure restrittive fino al 30 settembre.

La stretta maggiore riguarda l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto e delle restrizioni per quanto riguarda la consumazione di bevande alcoliche, oltre che per i rientri nella regione dall’aeroporto di Capodichino. Vediamo dunque quali norme saranno chiamati a rispettare i cittadini della Campania almeno fino alla fine del mese.

Ordinanza regione Campania: le nuove regole

Con la firma dell’ordinanza n. 22 del 31 agosto 2021, il presidente De Luca ha prorogato e aggiornato le misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il provvedimento, che sarà in vigore dal 1° settembre 2021 e fino al 30 settembre 2021, si è reso necessario davanti al “rilevamento della prevalenza della cosiddetta variante Delta sul territorio e dell’alta densità abitativa della regione”.

All’interno del documento viene prorogato fino alla fine del mese il divieto di “vendita con asporto di bevande alcoliche da qualsiasi attività dalle ore 22 alle ore 6. Vietata anche la consumazione all’aperto in qualsiasi luogo, ed in particolar modo in quelli della movida, dove è stato disposta anche un’intensificazione dei controlli da parte delle forze dell’ordine.

Nell’ordinanza è stato disposto anche “l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, anche all’esterno, resta fermo, tra l’altro, in ogni situazione in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o quando si configurino assembramenti o affollamenti. L’utilizzo dei detti dispositivi resta pertanto obbligatorio, sul territorio regionale, in ogni luogo non isolato”.

Infine, l’ultima disposizione del documento firmato da De Luca prevede che “tutti i passeggeri in arrivo all’Aeroporto Internazionale di Napoli attraverso voli, diretti o di transito, dai Paesi per i quali l’Ordinanza del Ministro della Salute 29 luglio 2021, come modificata ed aggiornata dall’Ordinanza del Ministro della Salute 28 agosto 2021, non preveda l’obbligo di isolamento fiduciario all’arrivo, di sottoporsi ai controlli, anche a campione”. Chiunque sia sorpreso a violare queste disposizioni sarà punito attraverso una “sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000”.

Iscriviti a Money.it