Neve e ghiaccio in strada, chi paga i danni in caso di incidente?

Con il freddo invernale aumenta il rischio di incidenti stradali causati da neve e ghiaccio su strade urbane e in autostrada. Chi paga i danni e quando spetta il risarcimento?

Neve e ghiaccio in strada, chi paga i danni in caso di incidente?

Ghiaccio e neve causano ogni anno molti incidenti stradali, sia in Autostrada che lungo le vie della città. Chi paga i danni in questi casi e cosa può fare l’automobilista per ottenere il risarcimento?

Facciamo chiarezza. Sia l’ente Autostrade per l’Italia che i Comuni e le Province sono responsabili della manutenzione e della messa in sicurezza dei tratti stradali assoggettati al loro controllo, tra questi rientrano anche gli interventi di prevenzione e di scioglimento di neve e ghiaccio con i mezzi spargisale, che vanno intensificati quando le condizioni meteorologiche si fanno più avverse.

In questo articolo vedremo quando e come la società Autostrade e i singoli Comuni sono responsabili degli incidenti causati da ghiaccio e neve e come ottenere il risarcimento dei danni fisici e di quelli riportati dall’automobile.

Incidente per ghiaccio e neve in autostrada, chi paga?

Per tamponamenti e incidenti stradali di vario tipo in autostrada causati da ghiaccio e neve, la società Autostrade per l’Italia è ritenuta responsabile se il conducente dimostra che il sinistro è stato causato dalla mancata manutenzione del manto stradale.

Infatti in inverno, e soprattutto quando ci sono delle allerte meteo, l’ente è tenuto a provvedere alla pulizia dei tratti autostradali interessati da ghiaccio e neve, in modo da rendere la guida sicura.

Quindi se l’automobilista dimostra che la strada era ghiacciata o eccessivamente innevata e che non vi era stato l’intervento adeguato dei mezzi spargisale, può legittimamente agire in giudizio e chiedere il risarcimento dei danni.

Questa regola però vale solo se il peggioramento delle condizioni meteo era prevedibile e sempre che l’automobilista dimostri di essere provvisto di catene o pneumatici da neve e di aver tenuto una guida responsabile.

Invece, se la nevicata era di una tale entità da non poter essere in alcun modo prevista, la società Autostrade non potrà essere considerata responsabile e quindi tenuta a pagare i danni.

Incidente causa neve e ghiaccio su strada: quando deve pagare il Comune

Anche il Comune può essere condannato al pagamento dei danni se l’incidente stradale è dovuto alla scarsa o inadeguata prevenzione della formazione del ghiaccio. Questo perché il Comune è il gestore/proprietario dei tratti di strada compresi nell’area sotto la sua amministrazione e deve assicurarne la messa in sicurezza.

La Cassazione, infatti, ha riconosciuto in più occasioni la responsabilità del comune ex articolo 2051 del Codice civile, ovvero la responsabilità per danni da cosa in custodia, dove la “cosa in custodia” sono appunto le strade.

Chi ha subito un danno a sé o alla propria automobile a causa di neve e del ghiaccio sulla strada può agire in giudizio e chiedere il risarcimento al Comune. Tuttavia dovrà dimostrare il nesso causale tra la mancata manutenzione stradale e l’incidente. In altre parole, deve dimostrare che se il Comune avesse provveduto a pulire le strade e a spargere adeguatamente il sale l’incidente non si sarebbe verificato.

Da parte sua, però, l’automobilista o gli automobilisti coinvolti nell’incidente devono provare di aver tenuto una guida prudente in considerazione delle avverse condizioni meteorologiche.

Potrebbe interessarti ancheDanni maltempo: quando il Comune deve risarcire i cittadini

Quando è escluso il risarcimento?

La responsabilità di Autostrade, del Comune o della Provincia (in base a dove avviene l’incidente) è esclusa quando le condizioni meteo di forte neve e ghiaccio sono di entità eccezionale e non prevedibile. L’ente responsabile dovrà comunque dimostrare di aver adottato tutte le misure precauzionali ad evitare la pericolosità del manto stradale (quindi il passaggio frequente dei mezzi spargisale).

Inoltre non si avrà diritto al risarcimento dei danni, sia patrimoniali che non patrimoniali, quando venga dimostrato che il veicolo non era munito di gomme termiche, catene da neve o che non stesse rispettando i limiti di velocità previste e le cautele normalmente necessarie quando si guida con condizioni meteo avverse.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories