Mt Gox in bancarotta ma il Bitcoin non crolla

Quella del fallimento di Mt. Gox, il più grande centro scambi al mondo per i Bitcoin, è stata tra le notizie più interessanti e diffuse della settimana.

Mt. Gox, azienda attiva in Giappone (pare che lo stesso «inventore» dei bitcoin fosse un hacker giapponese) si è ritrovata con un buco di 700 milioni di dollari e ha chiesto la procedura di fallimento con protezione dai creditori.

Una notizia del genere avrebbe dovuto affossare totalmente il valore dei bitcoin che invece hanno retto bene alla notizia rimanendo su una quotazione superiore ai 500$ come ci mostra il grafico relativo al cambio Bitcoin/dollari USA:

La situazione intorno ai bitcoin è comunque tesa e sarà decisivo l’andamento della prossima settimana per vedere se il fallimento di Mt. Gox affosserà il bitcoin spingendolo verso la fine dei suoi giorni oppure se la più famosa delle criptovalute riuscirà a superare questo grande colpo inferto alla credibilità e alla percezione di sicurezza del sistema: nel secondo caso di tratterebbe di un «vaccino» notevole per il bitcoin che aprirebbe la strada a nuovi apprezzamenti e a una sempre maggiore diffusione dei bitcoin negli scambi commerciali mondiali.

Argomenti:

Bitcoin

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO