Mondo del lavoro: l’importanza di una formazione STEM secondo Aruba

Redazione Tecnologia

01/06/2022

01/06/2022 - 18:05

condividi

Per risolvere il problema della carenza di competenze STEM, Aruba ha scelto la formazione finalizzata ai posti di lavoro: un percorso per 12 candidati avviato, uno per altre 12 figure in fase di avvio

Mondo del lavoro: l'importanza di una formazione STEM secondo Aruba

Da più parti avrete sentito e letto che lo scenario attuale del mondo del lavoro è caratterizzato da una carenza endemica di personale specializzato, a tutti i livelli: ormai un responsabile risorse umane su due considera tra i principali problemi della sua organizzazione la carenza di profili qualificati.

Un fenomeno che oltretutto si intesse con quello della great resignation (chiamata anche big quit) ossia il flusso di dimissioni generato da due anni di smart working globalmente diffuso, esplosivo, permeante, ma a tratti anche caotico e contraddittorio.

Ma andiamo dritti al punto: il problema della carenza di competenze è prevalentemente tecnologico, nel senso che oggi bisogna saper declinare ciò che il sistema formativo (la scuola, l’università) trasmette al reale contesto organizzativo e applicativo.

Il tema è l’assoluta necessità che il mondo del lavoro ha di persone formate nelle discipline cosiddette STEM, dall’inglese, Science, Technology, Engineering and Mathematics.

Competenze che mancano o che, se presenti, non sono sufficienti per le reali esigenze del mercato.

Ammettiamolo quindi: la digitalizzazione ha creato e sta creando uno skill gap che pare incolmabile anche ad alti livelli.

Quando va bene mancano le competenze finali, affidabili a una fase di perfezionamento, di rifinitura; quando va male mancano anche quelle di base.

Da qui al 2026 saranno oltre 1,5 milioni i profili ricercati dalle imprese e secondo uno studio di Unioncamere e Anapal, il 40% degli impieghi corre il rischio di restare vacante per via di candidati non in linea con le competenze richieste, ma si tratta, soprattutto, di profili tecnici e scientifici, di periti, di diplomati Its e di laureati nelle discipline Stem, come ha detto Italo Piroddi, Head of Aruba Academy.

Lo stallo del mondo del lavoro ha ripercussioni sull’organizzazione del sistema Paese e si interseca, con un tempismo micidiale, con la congiuntura economica e politica: le crisi, pandemiche o belliche, stanno generando nuovi bisogni sul piano dell’organizzazione del lavoro e obbligano le aziende a scelte dirompenti. O consapevoli.
È il caso di Aruba.

L’ultimo miglio della formazione

Può un’iniziativa di un’azienda privata inserirsi in uno scenario generale del mondo del lavoro e modificare in positivo, per quanto le compete, il trend?
La risposta è affermativa.

Con la propria Academy, Aruba ha scelto di stare dalla parte del perfezionamento, aiutando a completare quello che potremmo definire l’ultimo miglio di una formazione funzionale per un lavoro.
Anzi, ha scelto proprio di crearlo quel posto di lavoro.

Nata per aumentare le competenze professionali di chi già vive l’azienda, e quindi per la cosiddetta retention, la Aruba Academy si dedica infatti anche alla acquisizione di talenti e lo fa con l’aiuto di chi per mestiere gestisce la formazione.

Tantopiù che al recente HRC Meeting (del 14 maggio) Aruba ha vinto il premio come Best HR Team per la categoria “Employer Branding & Talent Acquisition” per la capacità di accompagnare le persone e l’organizzazione con progetti e percorsi innovativi, che favorisce la crescita del business, delle performance e del coinvolgimento dei dipendenti.

Che il reskilling, poi, sia il mezzo più efficace per fare fronte alla scarsità di personale lo pensa la stragrande maggioranza di chi gestisce il personale (il 75% secondo il Talent Trends Report di Randstad): valorizzare la forza lavoro, fare attività di formazione e investire in innovazione tecnologica, sono gli strumenti per attrarre i lavoratori.

12 posti di specialista TechOps

È in questo quadro che il 27 giugno partirà il corso di formazione professionale TechOps della Aruba Academy in partnership con Randstad Technologies, la divisione specializzata del gruppo Randstad che si occupa della ricerca e selezione di profili ICT.

Stiamo parlando di 240 ore di aula virtuale, terminate le quali i più meritevoli entreranno nel team di Technical Operation dei data center di Aruba.

Si tratta del secondo episodio di una storia avviata a maggio per la formazione di altrettanti system administator, che appena terminato il corso saranno attesi da un ambiente informatico percorso come non mai da tensioni di cybersecurity.

Il loro esordio potrà essere vissuto come quello di chi si affaccia per la prima volta ad un contesto lavorativo sfidante, ma in realtà avverrà dopo un percorso formativo vero, finalizzato allo scopo.

Il corso darà agli studenti una conoscenza esaustiva dell’intera componente IT della sala dati, che deve essere mantenuta sicura, ordinata e presidiata, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

La funzione Techops deve provvedere all’assistenza e gestione di primo livello di tutti i sistemi presenti nel data center (principalmente basati su sistemi operativi Windows Server, Linux e VmWare), il presidio fisico delle sale dati, il provisioning e deprovisioning fisico di prima installazione di tutti gli apparati informatici interni alle sale dati quali server, storage, cablaggi e qualsiasi altro asset contenuto all’interno dei rack.

Il corso, a cui possono partecipare 12 diplomati in informatica o neolaureati in materie STEM, durerà 6 settimane (dal 27 giugno al 5 agosto), con lezioni dal lunedì al venerdì, in modalità di aula virtuale per una durata di 240 ore.

Chi porterà a termine con profitto il percorso formativo farà un ulteriore iter di colloqui per un inserimento in azienda con contratto a tempo determinato, così da proseguire la formazione professionale all’interno del reparto Data Center di Aruba, nel team Technical Operation.

Il percorso formativo sarà interamente finanziato e quindi gratuito per i partecipanti.
Per quanti verranno inseriti poi in azienda sono previste agevolazioni iniziali al trasferimento.

Ci si può già candidare per partecipare al corso di formazione per Technical Operation: cliccare qui per iscriversi.

In collaborazione con Aruba SpA

Argomenti

# Lavoro

Iscriviti a Money.it