Modello 770/2014: presentazione entro il 19 settembre

Entro il 19 settembre tutti i sostituti d’imposta dovranno presentare telematicamente i modelli 770/2014 ordinario e semplificato, per l’anno d’imposta 2013, all’Agenzia delle Entrate. Ecco tutte le informazioni utili per l’invio.

Il 19 settembre sarà l’ultimo giorno utile per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni modello 770/2014 ordinario e semplificato, relative all’anno di imposta 2013. A questo adempimento sono chiamati tutti i sostituti d’imposta, ovvero tutti i soggetti passivi che nel corso dell’esercizio hanno erogato somme a titolo di reddito di lavoro dipendente, autonomo, oppure distribuito utili.

Come ormai consuetudine l’adempimento della dichiarazione dei sostituti d’imposta è stata oggetto di proroga. La scadenza originaria prevista per lo scorso 31 luglio, è stata differita con Dpcm, per andare incontro alle esigenze manifestate dalle categorie professionali che, entro l’ultimo giorno di luglio, devono far fronte a numerosi impegni per adempimenti fiscali, per conto dei contribuenti e dei sostituti d’imposta. L’oggetto della trasmissione riguarda i 2 seguenti modelli dichiarativi:

  • Modello 770 semplificato – riguarda i dati delle certificazioni rilasciate dai sostituti d’imposta ai contribuenti che hanno percepito redditi da lavoro dipendente, da lavoro autonomo, Tfr, provvigioni, altri redditi e prestazioni in forma di capitale erogati da fondi pensionistici.
  • Modello 770 ordinario – riguarda i dati delle ritenute operate dai sostituti d’imposta su dividendi, redditi da capitale, operazioni finanziarie, indennità di esproprio erogate nel corso del periodo d’imposta. Devono esservi ivi riportati anche i dati relativi alle compensazioni e ai crediti d’imposta utilizzati.

Le modalità di compilazione e invio – Per la compilazione dei modelli l’Agenzia ha messo a disposizione appositi software scaricabili gratuitamente dal proprio sito internet, che consentono sia di predisporre la dichiarazione che di creare il relativo file telematico da trasmettere. Per la trasmissione, che deve avvenire esclusivamente in via telematica, i sostituti d’imposta potranno utilizzare i consueti canali Entratel o Fisconline. La trasmissione potrà essere effettuata direttamente dal soggetto interessato oppure avvalendosi di un intermediario abilitato (Consulenti del Lavoro, Dottori Commercialisti ecc). Al termine dell’operazione di invio, l’Agenzia invia una comunicazione con la quale attesta l’avvenuta presentazione del file. Il documento è reperibile nella sezione “Ricevute” dell’area dedicata ai servizi telematici. In caso di scarto della domanda, il contribuente può effettuare una nuova trasmissione entro cinque giorni lavorativi dalla data di comunicazione del rifiuto.

Come possono rimediare i ritardatari? – I soggetti che si sono dimenticati di presentare la dichiarazione possono regolarizzare la propria posizione entro il prossimo 18 dicembre versando tramite modello F24 la sanzione ridotta di 26 € (pari ad 1/10 della sanzione piena di 258 €), attraverso lo strumento del ravvedimento operoso. Il 18 dicembre rappresenta il 90° giorno successivo all’ordinaria scadenza di presentazione. Da quella data in avanti tutte le dichiarazioni non presentate saranno considerate definitivamente omesse da parte dell’Agenzia.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Argomenti:

Modello 770

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.