Modelli di trading: le formazioni “testa e spalle”

Redazione

18 Settembre 2019 - 15:59

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quinta puntata della serie dedicata ai modelli di trading: occhi puntati sulle formazioni “testa e spalle”

Nella quinta parte di questa serie discuteremo insieme le ben note formazioni “testa e spalle”.

Non si tratta solo della neckline. Durante la creazione del modello, impariamo molto di più sulla costituzione del titolo in esame.

L’approfondimento è a cura di TRADERS’ Magazine Italia

Qui le parti uno, due, tre e quattro della serie

Introduzione

Il dettaglio più comune a cui si fa riferimento nell’analisi tecnica dei grafici nel contesto della formazione “testa e spalle” è la cosiddetta neckline. Essa assume un compito molto importante all’interno del modello in quanto è il punto di innesco per il segnale di trading.

Se superato all’interno di una formazione “testa e spalle” inversa, viene generato il segnale di acquisto. Un deficit all’interno della formazione genera un segnale di vendita. I trader con un successo duraturo, tuttavia, non fanno affidamento ciecamente sulle analisi di terzi. Sono in grado di trovare il modello da soli.

Hanno persino il vantaggio di essere preparati a un possibile cambiamento di umore in una fase iniziale, essendo quindi in grado di agire in modo molto più efficace. Perché durante il processo di formazione, il mercato, o più esattamente la tendenza ed il comportamento dei trader, ci mostra molto bene che ci sono cambiamenti per i quali si è maggiormente preparati. Si applica quanto segue: maggiore è l’unità temporale considerata, maggiore è l’impatto di una formazione confermata.

Formazione del “testa e spalle”

Se nel grafico salta all’occhio una formazione testa e spalle, questa di solito si trova all’interno di una tendenza al rialzo esistente, come mostrato nella figura 1. Fino all’emergere della testa, non è riconoscibile. È un normale trend rialzista, con parecchi massimi e minimi crescenti.

Una prima indicazione del possibile emergere di questo schema grafico è il fatto che la costruzione della testa del trend al rialzo prevalente viene corretta molto profondamente. Spesso, corre anche nell’area dell’ultima correzione bassa. Se si collegano questi due punti bassi con una linea, verrà visualizzato il livello del corso della neckline.

Se guardiamo la tendenza attuale, non è cambiato ancora nulla. Tuttavia, la continuazione di questa tendenza potrebbe essere messa in discussione. Qui è molto importante leggere correttamente il comportamento dei trader nel trend. Perché è importante per la continuazione della tendenza che ci siano più acquirenti al massimo attuale che spingono la tendenza verso nuove vette a causa del costante eccesso di domanda.

Se questo flusso di ordini si interrompe, spesso si verifica la formazione di un più profondo, ma non nuovo massimo. Di conseguenza, da qui in poi si osserva regolarmente che il percorso di minore resistenza, in contrasto con l’andamento dei prezzi nella tendenza al rialzo, tende a condurre verso il basso.

Ci saranno quindi più giorni in cui il prezzo si abbassa rapidamente, mentre la ripresa sarà più dura. Questo determina il secondo marcatore per il carattere ribassista del “testa e spalle”. La figura 1 mostra una situazione dove è iniziato un primo movimento verso il basso dal massimo attuale del trend rialzista. Questa fase è stata seguita da un movimento ascendente, ma ha segnato per la prima volta un massimo più basso.

Di conseguenza, ora ci stiamo concentrando sul minimo del ribasso iniziale. Se i prezzi scendono al di sotto di questo livello, da un punto di vista tecnico è emersa una tendenza al ribasso. Se la neckline si trova nell’area bassa della correzione, in questo momento viene considerata anch’essa spezzata, e la giovane tendenza al ribasso assume un significato completamente nuovo.

Come confluenza di variabili di tendenza, all’interno di un’unità di tempo, non è più parte di una regressione rialzista, bensì una tendenza autonoma indicante la direzione per i successivi segnali di trading.

Realizzazione dei segnali dalla formazione testa e spalle

Fondamentalmente, la formazione “testa e spalle” genera dei segnali la cui conferma è accompagnata da un calo dei prezzi. Tali segnali di attivazione possono essere implementati mediante sistemi automatici o un approccio discrezionale.

È perfettamente legittimo creare automaticamente una posizione short quando viene generato il segnale. Perché è proprio in questi punti che si verificano spesso movimenti a breve termine. Tale impostazione consiste in un insieme fisso di regole, con un ordine stop-buy per limitare le perdite e un ordine di acquisto con limite di take profit o un trailing stop che idealmente chiuderà la vostra posizione in profitto se il mercato dovesse muoversi nella direzione opposta.

Naturalmente, i trader discrezionali lavorano anche con una serie fissa di regole per assicurare posizioni e prese di profitto. Tuttavia, qui hai la possibilità di fare un’analisi potenziale qualitativa prima del trade. Confronta le variabili di strategia di limitazione del rischio così come i possibili livelli di profitto. Questo ti consente di valutare se il trade soddisfa le aspettative del tuo approccio in termini di valore atteso.

Per mettere in pratica questo metodo, bisogna ad esempio seguire la seguente procedura:

  1. Hedging: quando apri la posizione con l’emergere del nuovo trend ribassista o della sua continuazione, nel caso di uno sviluppo di trend precedentemente subordinato, puoi orientarti verso livelli di prezzo esistenti e significativi del trend al ribasso. La differenza tra la copertura e l’entrata è il rischio per operazione.
  2. Obiettivo di profitto: per una pianificazione potenziale è possibile, ad esempio, orientarsi ai minimi di correzione della precedente tendenza al rialzo. Vi sono spesso ordini di copertura da parte di operatori di tendenza che vengono attivati in caso di riduzione di questi marchi, riempiendo il portafoglio con ordini di vendita. Quindi questi sono i punti in cui i trader attendono e offrono titoli in vendita che puoi acquistare per chiudere la posizione.
  3. Se il potenziale di ribasso è abbastanza ampio e la relazione con il punto di hedging è ragionevole, il valore atteso dovrebbe essere adeguato. Anche in termini di trade, non c’è nulla. Tuttavia, se il valore atteso è troppo basso, allora questa situazione va contro l’apertura di una posizione.

Quale opzione di trading preferisci dipende dal tuo stile di trading generale, ovvero automatico o discrezionale. Nel primo caso, sei direttamente nel mercato con la pausa e gestisci la prima spinta.

Nel trading discrezionale, spesso si corre leggermente dietro al mercato, perché di solito si attende una conferma del segnale o un ritorno. In pratica, con inversioni di tendenza sostenibili, entrambe le varianti producono rendimenti simili. La differenza è solo nella preferenza personale all’apertura della posizione.

Trading della formazione “testa e spalle” nel DAX

La formazione del “testa e spalle” nella figura 2 è iniziata già a metà dell’anno 2017. Qui è stata posta la prima pietra per la spalla sinistra. Questo livello temporale generale ha una grande rilevanza.

Si presumeva quindi che il modello avrebbe ricevuto molta attenzione. Per questo motivo, il setup è pensato per un trade a lungo termine. All’epoca, era tutto in perfetto ordine per quanto riguardava la tendenza a lungo termine. La tendenza al ribasso di ben 11.900 punti era stata confermata dalla continuazione della tendenza, attestata a ben 13.600 punti.

La correzione, iniziata dopo il raggiungimento dell’attuale massimo storico, fu poi la prima indicazione di una formazione “testa e spalle”. Perché il DAX non è stato in grado di affermarsi nel secondo tentativo di superare i 13.600 punti. Inoltre la correzione, che rappresenta la testa della formazione, era leggermente inferiore al precedente minimo. Da un punto di vista tecnico, ciò significava innanzitutto la rottura della vecchia tendenza.

Tuttavia, quest’area era così impressionante che la neckline poteva essere localizzata nell’area di 11.800 punti. I successivi aumenti di prezzo hanno in seguito segnato un picco più basso nel grafico, contribuendo alla formazione della spalla destra. Insomma, da quel momento in poi è emersa un’immagine con un carattere ribassista.

Da qui è stato possibile calcolare il setup per l’interruzione della neckline. Il punto di ingresso è stato fissato con la creazione della neckline. Come possibile fascia target a medio termine, il supporto di 10.800 punti fornisce un buon indizio. Per la protezione della posizione iniziale, utilizziamo la tendenza al ribasso della spalla destra.

Qui si può osservare una marcata correzione massima di 12.460 punti. Per lo stop-follow ci orientiamo sulla tendenza della giornata. Al momento della stesura di questo articolo lo stop era ridotto a 11.700 punti, rendendolo uno strumento per la salvaguardia dei profitti.

Conclusione

Se c’è una formazione “testa e spalle” all’interno di una tendenza al rialzo, il trader dovrebbe gradualmente diventare più cauto. Questo perché una conferma della formazione spesso preannuncia un cambiamento di tendenza duraturo. Il grande vantaggio è rappresentato dall’arco temporale della creazione. Esso offre spazio sufficiente per adeguare le posizioni esistenti o per prepararsi a possibili sviluppi futuri dei prezzi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories