Metro Roma, nuovi orari e chiusure linee B e C: calendario e tratte

Fiammetta Rubini

9 Giugno 2020 - 11:39

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Parte la Fase 3 a Roma, ma ricordiamo che il servizio della Metro B e C della metropolitana è riprogrammato per lavori. Ecco i nuovi orari di chiusura nei giorni infrasettimanali, nel weekend e le date di chiusura totale.

Metro Roma, nuovi orari e chiusure linee B e C: calendario e tratte

Ci sono novità per chi prende i mezzi pubblici a Roma: nella Fase 3 dell’emergenza COVID-19 i cittadini avranno a che fare con nuovi orari e chiusure delle linee B e C della metropolitana, ma potranno anche tornare a usufruire dei bus serali e notturni come prima del lockdown.

Ecco tutte le informazioni utili su nuovi orari metro nei giorni infrasettimanali e nel weekend, il calendario delle chiusure e la riattivazione delle linee di superficie.

Metro B Roma: chiusure e nuovi orari fino al 26 giugno

Per consentire i lavori di realizzazione dell’interscambio tra le linee B e C della metropolitana nella fermata Colosseo – Fori imperiali, si è deciso di rimodulare gli orari di chiusura della metro B nella tratta Castro Pretorio-Laurentina. Inizialmente le modifiche interessavano le ore serali e 9 fine settimana in cui il servizio sull’intera linea sarebbe stato interrotto.

I lavori sulla metro B, però, si concluderanno in anticipo: questo vuol dire che le variazioni di orario e le chiusure non saranno in vigore fino al 6 agosto come in origine annunciato, ma fino al 26 giugno.

Ecco il nuovo calendario.

Fino al 26 giugno la tratta Castro Pretorio-Laurentina chiude tutti i giorni (tranne nel weekend) alle 21.00 e viene sostituita dai bus navetta MB. Nelle fasce orarie in cui si svolgono i lavori, il servizio tra Castro Pretorio e Rebibbia/Ionio rimane invariato e regolare. Nel dettaglio:
5.30 - Orario prima partenza dai capolinea
23.30 - Orario ultima corsa dai capolinea da domenica a giovedì
1.30 - Orario ultima corsa dai capolinea venerdì e sabato

A partire dalla serata del 12 giugno, l’intera rete metropolitana riprende l’orario del fine settimana: venerdì e sabato chiude alle 1.30, gli altri giorni alle 23.30.

La metro B resterà aperta nei weekend del 13/14 giugno, 20/21 giugno e 27/28 giugno.

Metro C Roma: servizio riprogrammato fino al 12 luglio

Variazioni di orario anche sulla linea C: fino al 12 luglio il servizio nella tratta San Giovanni-Malatesta termina alle ore 21.00 per i lavori di prolungamento della linea nella tratta San Giovanni-Amba Aradam-Colosseo.

Per quanto riguarda la Metro C, fino al 12 luglio la tratta San Giovanni-Malatesta viene sospesa alle ore 21.00 e sostituita dalla linea di bus MC2; il servizi è regolare tra Malatesta e Pantano.

Per maggiori dettagli e informazioni sul servizio sostitutivo si consiglia di consultare il sito di Atac

La Fase 3 di Atac: bus, tram e notturni

L’8 giugno è iniziata la Fase 3 di Atac. È stata riattivata parte della rete del litorale, quasi tutta la rete serale e parte della rete notturna. Hanno ripreso a viaggiare le linee nMA-nMB-nMB1-nMC-nME che nelle ore notturne seguono rispettivamente i percorsi di metro A, metro B/B1, metro C e ferrovia regionale Roma-Lido. Dalla notte tra il 14 e il 15 giugno viene riattivata il resto della rete notturna.
 

La rete di superficie di bus, filobus e tram ha ripreso il normale orario serale, oltre le ore 23.30, effettuando le ultime corse alle 24.00 circa, fatta eccezione per le linee che terminano comunque prima delle 24 e che conservano il proprio orario.

Restano in vigore le modalità di funzionamento del trasporto pubblico introdotte dal DPCM 26 aprile 2020 e dell’Ordinanza regionale del Lazio Z00037 del 30 aprile 2020. È vietato salire su tram, metro, bus, filobus e treni in presenza di febbre e sintomi di infezioni respiratorie acute (tosse, febbre, raffreddore); bisogna indossare la mascherina a protezione di naso e bocca per accedere nelle stazioni, nelle biglietterie e a bordo dei mezzi. Si deve mantenere la distanza sociale di 1 metro dagli altri viaggiatori e dal personale e occupare solo i posti senza il segnale di divieto. Sono ammessi anche viaggiatori in piedi sino al raggiungimento del 50% della capacità di trasporto prevista dal singolo convoglio e l’afflusso delle persone a bordo può essere limitato e temporaneamente sospeso nel caso in cui venga raggiunta la capacità massima del mezzo. In questo caso l’autista può saltare le fermate o effettuarle solo per far scendere i passeggeri.

Argomenti

# Roma

Iscriviti alla newsletter

Money Stories