Non ci sono SUV nel futuro di McLaren, che rimarrà concentrata nello sviluppo e nella realizzazione di auto sportive ad alte prestazioni. Un tendenza controcorrente, dal momento che marchi concorrenti come Lamborghini , Aston Martin e Porsche hanno già nelle rispettive gamme modello SUV. Altri si stanno attrezzando, come Ferrari con la Purosangue.

Si tratta in effetti di concessioni ai nuovi trend di mercato, perché i costruttori di auto sportive quasi mai si sono cimentati a realizzzare modelli “alti”. Non mancano le eccezioni, come la Lamborghini LM002 che nel 1986 aveva stupito con la sua linea da “humvee” e il motore della Countach V12 da 5167 cm³ e 450 CV. Concessioni - però - a cui McLaren non intende cedere.

Le ragione del “no” di McLaren ai SUV

Le ragioni del “no” di McLaren ai SUV le ha spiegate al sito australiano CarAdvice Tom Taylor, product manager del Marchio: “Non fa parte della nostra filosofia. Vogliamo un’auto che sia ancora leggera, dinamica, agile e che sembri una McLaren. E questo ci dice che il formato che abbiamo in questo momento, la supercar a motore centrale, è il migliore per il nostro marchio”.

McLaren lancerà 18 modelli nuovi o rinnovati entro il 2025, con l’intera gamma di auto sportive e supercar che passerà alla propulsione ibrida. Ed il marchio punta a continuare la sua crescita, dopo il +5,4% dello scorso anno, pur senza introdurre un SUV nella propria gamma.