Maggiorazione contributiva: i due mesi di contributi come agiscono sulla pensione?

Lorenzo Rubini

16 Marzo 2021 - 15:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Agli invalidi civili con almeno il 75% di invalidità sono riconosciuti due mesi di contributi figurativi per ogni anno lavorato. Vediamo come agiscono sulla pensione.

Maggiorazione contributiva: i due mesi di contributi come agiscono sulla pensione?

Come può essere utilizzata, ai fini pensionistici, la maggiorazione contributiva riconosciuta agli invalidi con percentuale superiore al 74%? La normativa, infatti, per ogni anno lavorato con i requisiti sanitari richiesti, riconosce 2 mesi di contributi figurativi aggiuntivi.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci chiede:

“Buongiorno,
avrei bisogno p.f. delle delucidazioni in merito alla pensione anticipata:
Io ho iniziato a lavorare 1 gennaio 1985 al compimento del 15 anno di età e sono invalido dal 2002 con percentuale 75%.
In teoria dovrei rientrare nei lavoratori precoci (41 anni) avendo lavorato 19 mesi prima del compimento dei 18 anni di età e essendo invalido.
Domanda:
1) ogni anno per invalidità 75% maturi 2 mesi di contributi ad oggi sono 38 mesi sarebbero 3 anni e due mesi, questi anni sono da sottrarre ai 41 ?
2) per il raggiungimento del diritto alla pensione mi mancherebbe circa 3 anni ?
3) ma questa riduzione viene calcolata al momento della domanda o bisogna fare richiesta prima ?
Rimango in attesa di una vostra risposta
Grazie mille ”

Maggiorazione contributiva invalidi

Avendo 19 mesi di contributi versati prima del compimento dei 18 anni di età sicuramente rientra nella categoria dei lavoratori precoci ed essendo invalido al 75% rientra nel profilo di tutela della quota 41 riservato ai lavoratori invalidi.

Per rispondere alle sue domande, i 2 mesi di contribuzione figurativa si sommano sia per il diritto che per il calcolo della pensione ai contributi già in suo possesso: se ad oggi, quindi, ha 36 anni di contributi effettivi a questi deve sommare i 3 anni e 2 mesi di contribuzione figurativa arrivando, di fatto ai 39 anni e 2 mesi di contributi utili alla pensione.

Per il raggiungimento del diritto alla pensione quota 41 le mancherebbero, allo stato dei fatti, poco meno di 2 anni di contributi; per il raggiungimento del diritto alla pensione anticipata, invece, le mancherebbero circa 3 anni e mezzo di contributi.

L’accredito della contribuzione figurativa derivante dalla maggiorazione per invalidi viene riconosciuta a domanda; solitamente la domanda viene presentata contestualmente a quella di pensione.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories