MPS: Consob vieta lo short su Monte Paschi per 3 mesi

Le azioni MPS sono crollate dopo la Brexit, la Consob ora vieta la vendita allo scoperto per i prossimi tre mesi.

La Consob, ente regolatore di mercato in Italia, nella serata di mercoledì ha annunciato il divieto di short sulle azioni MPS (Banca Monte dei Paschi di Siena) per i prossimi tre mesi a partire da oggi, giovedì 7 giugno 2016.

La decisione di sospendere le vendite allo scoperto sul titolo Monte Paschi arriva dopo il divieto di short giornaliero annunciato nella giornata di ieri. Poi l’annuncio ufficiale: lo short su MPS sarà vietato fino al 5 ottobre.

Le azioni MPS sono di nuovo protagoniste di un sell-off decisivo inaugurato da una lettera della BCE di inizio settimana, che invita l’istituto senese a smaltire il prima possibile parte dei crediti deteriorati in possesso, di cui la banca è la maggior detentrice in Italia.

Mercoledì arriva però il rimbalzo, che permette alle azioni MPS di chiudere in ripresa del 6.1%.

Persone vicine ai fatti riferiscono che il governo Renzi sta elaborando varie opzioni - che prevedono un intervento statale - per sostenere il comparto bancario italiano in crisi a seguito alla decisione del Regno Unito, tramite referendum, di lasciare l’Unione Europea.

Il primo ministro Matteo Renzi ha dichiarato mercoledì che il governo sta esaminando con attenzione le banche del paese, impegnato a trovare una “soluzione di mercato” che possa sostenere gli istituti in crisi.

Il governo ancora non ha definito se intervenire con un intervento mirato su Monte Pachi oppure con un’operazione più ampia di cui possa beneficiare l’intero sistema bancario - sotto pressione a causa dei crediti deteriorati, i tassi ultra bassi, il crollo dei ricavi e gli alti costi di gestione.

Di seguito il comunicato ufficiale della Consob che annuncia il divieto della vendita allo scoperto su azioni Monte Paschi per tre mesi, fino al 5 ottobre 2016

Consob vieta per tre mesi le posizioni nette corte sul titolo MPS - Il divieto in vigore da domani, 7 luglio, fino al 5 ottobre 2016 - Si applica anche a derivati e market maker
La Consob, con delibera n. 19655 del 6 luglio 2016, ha deciso di vietare temporaneamente le posizioni nette corte sul titolo Banca Monte dei Paschi di Siena – BMPS (codice Isin IT0005092165).

Il provvedimento sarà in vigore per i prossimi tre mesi, dall’inizio della seduta borsistica di domani 7 luglio 2016 e fino alla conclusione della giornata di negoziazione del 5 ottobre 2016.

Il divieto alle posizioni nette corte rafforza ed estende il divieto alle vendite allo scoperto adottato ieri, in quanto vieta sia le vendite allo scoperto di azioni BMPS, sia le operazioni ribassiste compiute attraverso strumenti finanziari derivati che hanno come sottostante le azioni BMPS.

Il divieto, inoltre, si applica a tutti gli scambi, a prescindere da dove siano effettuati (su una sede di negoziazione italiana od estera o fuori mercato) e si applica anche agli operatori market maker.

Sono esentate dal divieto le operazioni su strumenti finanziari che hanno come sottostante indici finanziari (ad es. il FTSEMIB) di cui BMPS faccia parte. Ciò alla luce dello scarso peso del titolo BMPS negli indici finanziari.

Il divieto è stato adottato in applicazione dell’articolo 20 del Regolamento comunitario in materia di «Short Selling», tenuto conto dell’andamento del titolo BMPS negli ultimi giorni e visto il parere positivo rilasciato dall’ESMA il 6 luglio 2016.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories