MOT: cos’è e come funziona il Mercato Telematico delle Obbligazioni

Mercato MOT: ecco cos’è e come funziona il Mercato Telematico delle Obbligazioni, uno dei quattro mercati regolamentati gestiti da Borsa Italiana

MOT: cos'è e come funziona il Mercato Telematico delle Obbligazioni

Il MOT, ossia il Mercato Telematico delle Obbligazioni, è uno dei quattro mercati regolamentati gestiti da Borsa Italiana. È nato nel 1994 con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze di accesso dell’investitore privato al mercato obbligazionario e a quelle degli investitori professionali che attraverso esso avrebbero visto migliorare la propria efficienza operativa.

Il MOT ha infatti offerto a questi ultimi un sistema elettronico attraverso il quale poter gestire autonomamente la propria attività di negoziazione.

Al suo interno vengono negoziati per qualunque quantitativo o per quantitativi minimi e loro multipli:

  • titoli di Stato: BOT, BTP, CCT, CTZ;
  • obbligazioni non convertibili;
  • euro-obbligazioni;
  • ABS e altri vari titoli di debito.

Mercato MOT: come funziona

Da non confondere con il Mercato MTS, ossia il Mercato Telematico dei Titoli di Stato, il Mercato MOT è stato suddiviso nel 2005 dalla Banca d’Italia in due segmenti ben distinti:

  • DomesticMOT: dove vengono negoziati soltanto titoli di Stato italiani, e altri titoli liquidati attraverso Monte Titoli, ovvero l’emittente che cura e gestisce la liquidazione dei titoli italiani;
  • EuroMOT: dove vengono negoziati in particolare titoli di stato esteri, sovranazionali ed eurobonds.

Anche se sono distinti tra loro, i due segmenti del Mercato Telematico delle Obbligazioni hanno in comune un aspetto ben preciso: la struttura. Essa infatti è in entrambi Order Driven.

Quindi, in entrambi i mercati telematici il prezzo viene determinato dalle proposte di negoziazione degli investitori, sia provati che professionali. Essi sono liberi di presentare la propria offerta d’acquisto o vendita su determinati titoli obbligazionari generando in questo modo la formazione del prezzo di un determinato titolo.

Modalità di negoziazione del Mercato MOV

Nel mercato MOT le negoziazioni si svolgono in due fasi:
- asta di apertura (dalle 8.00 alle 9.00)
- negoziazione continua (dalle 9 alle 17.30).

Gli investitori, privati o professionali, possono inserire i propri ordini con o senza limite di prezzo. Mentre le offerte con limite di prezzo possono essere fatte a prezzo non maggiore o minore rispetto a quello indicato dal limite, le offerte senza limite possono essere fatte al prezzo di mercato più favorevole per chi acquista o vende.

Per ogni titolo negoziato Borsa Italiana pubblica giornalmente un prezzo ufficiale, calcolato sulla base della quantità del titolo stesso negoziato nel mercato e di un prezzo di riferimento, rappresentato dalla media ponderata dei contratti conclusi negli ultimi 20 minuti nella fase di negoziazione continua.

I titoli obbligazionari all’interno del MOT, possono essere negoziati in due modi:

  1. corso secco: i prezzi non tengono conto del valore di diritti accessori (interessi e dividendi maturati fino a quel preciso momento dall’obbligazione in questione). Vengono negoziate a corso secco le obbligazioni a tasso fisso e a tasso variabile;
  2. tel quel: i prezzi di negoziazione comprendono anche gli interessi maturati fino a quel momento dall’obbligazione. Vengono negoziate a tel quel le obbligazioni zero coupon e quelle strutturate collegate all’andamento di azioni, indici o valute.

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria per ricevere le news su Mercato MOT

Money academy

Questo articolo fa parte delle Guide della sezione Money Academy.

Visita la sezione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.