MONDO & FINANZA: dalla svolta anti-MES a Renzi, parola a Giancarlo Marcotti nella puntata del 29/11/2019

Da Renzi al MES alle strategie di investimento per il prossimo anno: Giancarlo Marcotti e Fabio Frabetti commentano gli eventi della settimana e rispondono alle domande degli utenti nella puntata del 29 novembre 2019.

Settimo appuntamento della trasmissione di MONDO & FINANZA sul canale YouTube di Money.it per discutere di finanza, economia e politica in compagnia di Giancarlo Marcotti e Fabio Frabetti.

Anche durante la puntata odierna il tema centrale è si è rivelato essere il MES, il fondo europeo salva-Stati.

MES: gli italiani rischiano e non poco

Il direttore di Finanza in Chiaro ancora una volta ribadisce il suo punto di vista anti-MES, un fondo salva stati presente già dal 2012, ma per il quale è in discussione una riforma sul tema dei requisiti per accedevi.

La grande polemica, infatti, sembrerebbe essere relativa alla proposta di rinnovo del MES.
La domanda a questo punto sorge spontanea: «Se funziona davvero questo MES, allora chiediamoci per quale motivo dovrebbe essere riformato» commenta Marcotti.

«L’Italia e gli italiani rischiano perché abbiamo un debito pubblico e un risparmio privato elevati, dunque non è improbabile che qualcuno dica di ristrutturare il debito»; una ristrutturazione che potrebbe portare ad un collasso del sistema bancario nazionale.

Il MES è un favore alle banche tedesche?

Il pensiero dell’espertova controcorrente: «è vero che il sistema bancario tedesco non è messo bene adesso, ma legare la questione del MES alle banche tedesche non la vedo come una cosa diretta».

Perché allora questa insistenza da parte dell’Europa sul MES?

«Temo possano sapere che tra non molto nel mondo possa accadere qualcosa di molto grave, quindi si tenta in tutte le maniere di bloccare le cose, e con il MES aumentano queste paure».

A tal proposito, infatti, in molti sostengono l’avvento di una crisi a cavallo tra il 2019 e il 2020.

Marcotti non sembra preoccupato perché si tratterebbe del normale andamento del mercato.

Da quando gli Stati Uniti d’America sono usciti dalla crisi, il continente a stelle e strisce è in costante crescita: «tutti conosciamo i cicli rialzisti e ribassisti, è chiaro che il ribasso arriverà e a quel punto qualcuno dirà: l’avevo detto io», aggiunge Marcotti.

Conte rinvia il MES: la spinta arriva dal Movimento 5 Stelle?

A tal proposito Marcotti sostiene che «Il Movimento 5 Stelle nasce come movimento di opposizione ma da quando è al governo non è capace di mantenere le promesse, sconfessando tutto ciò che ha dichiarato», deludendo chi li ha votati.

Vedere, ad oggi, Di Maio in trasmissione da Bruno Vespa che si arrampica sugli specchi e dice “il MES è all’interno di un pacchetto”. Un pacchetto? Ovvio che l’avversario politico ne approfitta e dice: “non stai dando un pacchetto agli italiani, stai dando un pacco, una fregatura”.

Renzi e la sua Italia Viva: partito davvero trasparente?

«Renzi ha fatto un errore: andare da Vespa con l’estratto conto facendo vedere che aveva 15.000 e il mese dopo compra una casa da 1.300.000 euro», commenta Marcotti.

De avesse detto la verità, nessuno lo avrebbe accusato o criticato, ma se in una trasmissione televisiva si dichiara di essere «povero» e poi si acquista una casa a quel prezzo, è ovvio che «come minimo qualcuno ti chiede da dove li hai presi».

La puntata di MONDO & FINANZA si conclude e ricordiamo ai lettori l’appuntamento per il prossimo venerdì 6 dicembre alle ore 12.00 sul canale Youtube di Money.it, in compagnia di Giancarlo Marcotti e Fabio Frabetti per commentare gli eventi della settimana e rispondere alle domande degli utenti.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su MONDO & FINANZA

Condividi questo post:

MONDO & FINANZA: dalla svolta anti-MES a Renzi, parola a Giancarlo Marcotti nella puntata del 29/11/2019

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \