La differenza tra Bitcoin e Bitcoin Cash

Flavia Provenzani

08/08/2017

08/08/2017 - 14:06

condividi

Qual è la differenza tra il Bitcoin e la criptovaluta neo-nata Bitcoin Cash? Ecco gli elementi che le contraddistinguono e cosa aspettarsi nel prossimo futuro.

Ad oggi, da poco più di una settimana, co-esistono il Bitcoin e il Bitcoin Cash: cosa c’è di diverso tra le due criptovalute e cosa cambia ora?

Fin dalla sua nascita, sono stati molti i dubbi sulla capacità del Bitcoin di crescere in modo efficace. Il Bitcoin è una criptovaluta che esiste all’interno di un network di computer, attraverso la blockchain - una tecnologia rivoluzionaria di elaborazione dati. Rende molto più difficile manipolare i registri poiché l’esattezza di ciò che avviene è verificata dalla regola della maggioranza, non da un singolo individuo e questo network è decentralizzato - esiste nei computer di tutto il mondo.

Il problema di questa tecnologia è che è lenta, specialmente se paragonata alle banche che si occupano di transazioni con carta di credito. Visa gestisce 150 milioni di transazioni al giorno, con una media di circa 1.700 transazioni al secondo. E la loro portata arriva fino a 24.000 transazioni al secondo.

Quante transazioni può fare la rete Bitcoin al secondo? Sette. Le transazioni richiedono circa 10 minuti per essere elaborate. E poiché la rete degli utenti Bitcoin cresce, i tempi di attesa si allungano ancora di più, perché vi sono più transazioni da elaborare, mentre manca una modifica sostanziale alla tecnologia sottostante che le elabora.

Ti interesserà anche: Fork Bitcoin: come raddoppiare e ottenere i Bitcoin Cash (BCC) - GUIDA

Bitcoin e il problema della velocità

Gli ultimi dibattiti sulla tecnologia Bitcoin hanno riguardato proprio questo problema e la necessità di aumentare la velocità del processo di verifica delle transazioni. Ci sono due soluzioni principali a questo problema: rendere la quantità di dati da verificare in ogni blocco più piccola, così da velocizzare le transazioni e renderle meno costose, oppure fare blocchi di dati più grandi così da far passare più informazioni contemporaneamente.

La differenza tra Bitcoin e Bitcoin Cash

A metà luglio 2017, le società miners - che rappresentavano circa il 80-90% del potere di calcolo del Bitcoin - hanno votato per incorporare una tecnologia nota come SegWit2x.

La SegWit2x rende la quantità di dati che deve essere verificata in ogni blocco più piccola, rimuovendo i dati di firma dal blocco di dati che deve essere elaborato in ogni transazione e allegandoli ad un blocco esteso. I dati di firma ammontano a circa il 65% dei dati trattati in ogni blocco, quindi si tratta di cambiamento tecnologico significativo. Si era parlato di raddoppiare la dimensione dei blocchi anche nel mese di novembre, da 1mb a 2mb, un’altra soluzione che potrebbe migliorare la scalabilità del Bitcoin. La SegWit2x dovrebbe entrare in attività alla fine di questo mese, ma le cose, intanto, sono andate diversamente.

Il Bitcoin Cash è tutta un’altra storia

Il Bitcoin Cash è stato creato da miners e sviluppatori di Bitcoin ugualmente interessati al futuro della criptovaluta e alla efficacia della sua scalabilità. Questi soggetti avevano delle riserve sull’adozione della tecnologia SegWit2x. Sentivano come se la SegWit2x non affrontasse in modo significativo il problema fondamentale della scalabilità, né tantomeno fosse fedele alle linee guida descritte dal Satoshi Nakamoto, il gruppo anonimo che ha sviluppato la tecnologia blockchain che sta dietro la criptovaluta. Inoltre, il processo di introduzione della SegWit2x era tutt’altro che trasparente, e si temeva che la sua introduzione potesse minacciare il decentramento e la democratizzazione della moneta.

Il primo agosto, alcuni miners e sviluppatori hanno avviato quella che nel settore ha preso il nome di hard fork, un’operazione che ha effettivamente creato una nuova valuta: il Bitcoin Cash. Il Bitcoin Cash ha una maggiore dimensione per ciascun blocco (8 MB) così da accelerare il processo di verifica, con un livello di difficoltà regolabile per garantire la velocità di verifica della transazione della catena, indipendentemente dal numero di miners che la supportano. Ciò ha iniziato a far temere per la sicurezza del Bitcoin Cash.

Il futuro della criptovaluta

Questo sviluppo può significare diverse cose per il futuro del Bitcoin. La situazione è molto fluida e le valutazioni di mercato sono costantemente volatili. Sarà difficile ottenere un quadro chiaro finché il Bitcoin Cash non sarà stato sul mercato per un periodo di tempo utile e fino a quando il Bitcoin non implementerà la sua nuova tecnologia alla fine di agosto, per poi raddoppiare la dimensione dei suoi blocchi tre mesi dopo.

Il futuro della criptovaluta come valuta, al contrario del bene speculativo come spesso viene trattata, dipende dagli sviluppatori di Bitcoin e al loro approccio.

Migliorare il Bitcoin come mezzo di transazione dipenderà dal mantenimento di un alto livello di sicurezza che questa valuta digitale ha sempre garantito, migliorando anche le velocità di transazione. Il Bitcoin continuerà ad essere altamente sicuro, ma quanto la velocità delle sue transazioni migliorerà ancora non è chiaro. Il Bitcoin Cash, a regime, potrebbe elaborare transazioni in due minuti e 30 secondi. La sicurezza della blockchain del Bitcoin Cash, però, non è chiara.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.