Incidente con auto straniera: cosa fare?

Valentina Pennacchio

22 Novembre 2014 - 10:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Cosa succede se un veicolo assicurato in Italia è coinvolto in un sinistro con un’auto straniera, assicurata all’estero?

Al fine di rendere uniformi le procedure di risarcimento internazionali, è stato creato l’Ufficio Centrale Italiano (U.C.I.), che ha il compito di occuparsi delle procedure relative al risarcimento, in seguito ad un incidente in Italia con auto straniere.

In sostanza l’U.C.I. è l’Ente a cui è affidato il compito di gestire i sinistri in cui sono coinvolti mezzi stranieri, assicurati all’estero, all’interno del sistema della Carta Verde, ovvero quel certificato internazionale di assicurazione che dà la possibilità ad un veicolo di entrare e circolare liberamente in uno Stato estero, risultando in regola con l’obbligo dell’assicurazione RCA obbligatoria nel Paese visitato.

Come richiedere il risarcimento?

La richiesta di risarcimento deve essere inoltrata tramite raccomandata a/r:

  • all’indirizzo: UCI - Corso Sempione, 39 - 20145 MILANO;
  • all’indirizzo di posta elettronica: uci@pec.ucimi.it.

Nella richiesta dovranno essere indicate le seguenti informazioni:

  • data e località dell’ incidente;
  • nazionalità e targa del veicolo estero;
  • caratteristiche tecniche del veicolo estero;
  • tipo (autovettura, autocarro, autoarticolato, moto);
  • marca e modello (Fiat Punto, Opel Astra);
  • cognome, nome e indirizzo del proprietario del veicolo estero;
  • cognome, nome e indirizzo del conducente del veicolo estero;
  • nome della compagnia di assicurazione del veicolo estero;
  • estremi dell’autorità eventualmente intervenuta dopo l’incidente (Polizia Stradale, Carabinieri, Polizia Municipale), con l’esatta indicazione del Comando di appartenenza e della località;
  • copia della constatazione amichevole d’incidente (modulo CID), se disponibile;
  • copia della Carta Verde esibita dal conducente del veicolo estero, se disponibile;
  • descrizione dell’incidente;
  • recapiti per ricevere la risposta (indirizzo, email, fax).

Se l’incidente ha provocati dei danni:

  • nel caso di danni a veicoli o cose, bisogna fornire indicazioni relative al luogo, al giorno e all’orario in cui è possibile procedere con l’ispezione delle cose danneggiate, al fine di accertare l’entità del danno;
  • nel caso di lesioni personali, è necessario indicare l’età, l’attività il reddito, l’entità delle lesioni, l’attestazione medica comprovante l’avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti.

Una volta inoltrata la domanda, l’UCI incaricherà il corrispondente nominato dalla Compagnia di assicurazione della gestione dell’incidente. Qualora le informazioni inserite nella richiesta di risarcimento non consentissero di individuare con precisione la compagnia di assicurazione dell’auto straniera, che ha provocato il danno, l’UCI farà degli accertamenti nel Paese di immatricolazione del veicolo:

  • sia per rintracciare la compagnia assicuratrice;
  • sia per accertare se, in mancanza di un ente assicuratore, possano esserci i presupposti per applicare la Direttiva 166/72.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories