Il Bitcoin resterà sempre molto fluttuante - Geneve Invest

Gli analisti di Geneve Invest fanno il punto sull’andamento della criptovaluta.

Il Bitcoin resterà sempre molto fluttuante - Geneve Invest

Il valore dei Bitcoin, la criptovaluta più nota del mondo, continua nel suo saliscendi, un andamento ormai costante, a fronte del quale nemmeno la perdita del 5% in 24 ore registrata lo scorso 16 ottobre sorprende.

«Investire in criptovalute o token è altamente speculativo - spiega dalla sede lussemburghese di Geneve Invest le sue opinioni il dottor Neri Camici, esperto di mercati finanziari - visto che si tratta di un mercato con grandi aree scarsamente regolamentate. Per questo motivo, chiunque decida di puntare sui Bitcoin, o in generale su questo tipo di asset, deve essere ben cosciente delle oscillazioni dei prezzi e dunque, di conseguenza, deve essere eventualmente pronto alla perdita potenziale dell’intero proprio investimento - continua Camici dagli uffici di Geneve Invest, società indipendente di gestione patrimoniale leader in Europa.

»È per questo che noi, a Geneve Invest, abbiamo deciso di non proporre ai nostri clienti alcuna criptovaluta, puntando su asset molto più solidi, dipendentemente dal margine di rischio, e di guadagno, accettato".

Dal punto di vista finanziario, l’andamento dei prezzi del Bitcoin sembra ormai legato a oscillazioni di natura tecnica, ma la domanda più importante per gli investitori è: fino a che punto potrà scendere la valutazione del bitcoin?

Bitcoin: quanto può scendere ancora?

«La sensazione - è questa l’opinione di Geneve Invest - è che il valore del Bitcoin resterà sempre molto fluttuante, ed è difficile fare previsioni precise. Quello che sicuramente è possibile dire è che, nella fascia di prezzo attuale - chiude Camici da Geneve Invest - l’interesse degli investitori per il Bitcoin è nettamente scemato, il che indica, abbastanza chiaramente, la difficoltà di innescare una ripresa».

Mentre la tendenza a breve termine del Bitcoin è dunque al ribasso, quella a lungo termine potrebbe invece avere ancora dei margini di crescita.

Scott Melker, trader di Texas West Capital, ha dichiarato di rimanere «estremamente rialzista sul Bitcoin nel lungo periodo. A medio-lungo termine, in particolare nel 2020, fattori chiave il block reward halving dovrebbero riportare il valore del Bitcoin verso l’alto».

L’“halving” è la ricompensa per la generazione di un nuovo blocco. Alla nascita di Bitcoin, il premio è stato di 50 Bitcoin e, dopo il primo dimezzamento, il premio è stato ridotto a 25 Bitocin per blocco estratto. Il codice è informatico che genera la produzione di Bitcoin è realizzato in modo da sviluppare un evento di halving ogni 210.000 blocchi: con un blocco creato ogni dieci minuti, l’halving è previsto ogni quattro anni.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Bitcoin

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \