L’ISEE precompilato è online: ecco come ottenerlo

Il modello ISEE precompilato è online dal 3 febbraio 2020. Ad annunciare la novità è l’INPS. Ecco come ottenere la DSU sul sito dell’Istituto.

L'ISEE precompilato è online: ecco come ottenerlo

Dal 3 febbraio 2020 l’ISEE precompilato è online, ma come ottenerlo?

Il comunicato stampa dell’INPS pubblicato in giornata odierna annuncia ufficialmente la messa in pratica di quanto già precedentemente annunciato.

Una modalità online semplificata permette di presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) ai fini ISEE per evitare le lunghe file ai Caf. Questi sono affollatissimi infatti da settimane, dal momento che molti dei beneficiari del reddito di cittadinanza hanno aggiornato l’ISEE per evitare la sospensione dello stesso per il mese di febbraio.

Dal 3 febbraio sarà possibile accedere alla DSU precompilata ai fini ISEE direttamente dalla pagina web dell’Istituto.

Alcuni campi della DSU saranno già compilati mediante i dati incrociati forniti da INPS e Agenzia delle Entrate. Ma vediamo come ottenere l’ISEE precompilato online 2020.

ISEE precompilato online: ecco come ottenerlo

L’INPS ha fornito tutte le istruzioni necessarie per ottenere l’ISEE precompilato online come già precedentemente stabilito dal messaggio n. 96 del 13 gennaio 2020.

Inoltre l’Istituto sempre sul proprio sito ha pubblicato dei tutorial per l’acquisizione dell’ISEE precompilato. In particolare dal sito è possibile ottenere la DSU precompilata accedendo alla sezione “Prestazioni e servizi”- “Tutti i servizi”- “ISEE precompilato”.

È proprio nella sezione ISEE precompilato che è possibile trovare i tutorial che accompagnano nel processo di acquisizione forniti dall’INPS.

Per ottenere l’ISEE precompilato online è necessario cliccare sulla voce «acquisizione». Una volta ottenuto l’accesso l’utente deve compilare la DSU nelle parti che devono essere autodichiarate e vale a dire:

  • i dati relativi alla composizione del nucleo familiare;
  • altri dati non disponibili negli archivi amministrativi (casa di abitazione ecc.), contenuti nei Modelli Base necessari ad individuare gli indicatori da attestare in base alle prestazioni richieste;
  • gli “elementi di riscontro”, per ogni componente maggiorenne (escluso il dichiarante) necessari alla garanzia del diritto alla riservatezza dei dati personali dei singoli componenti;
  • l’autodichiarazione di aver acquisito la delega di ciascun componente maggiorenne (escluso il dichiarante), con indicazione del numero di tessera sanitaria e della relativa data di scadenza.

Una volta compilato il modulo nelle sue parti a carico del richiedente, gli elementi di riscontro saranno inviati dall’INPS all’Agenzia delle Entrate per la verifica della veridicità degli stessi. Restituito l’ISEE precompilato sarà compito del richiedente accettare o meno i dati presenti nel modello e verificati.

ISEE precompilato online: quale modello scegliere

Il richiedente potrà servirsi dell’ISEE precompilato per diverse prestazioni, di conseguenza anche il modello da scegliere varia e l’INPS in ogni caso guida l’utente in questa nuova procedura.

In particolare l’utente potrà scegliere il modello mini o il modello integrale; la scelta come abbiamo anticipato dipende dalle prestazioni da richiedere.

La scelta del modello sottintende la prestazione, di conseguenza si può procedere alla parte precompilata solo nel momento in cui si inserisce l’agevolazione per la quale si richiede la DSU.

Dopo aver inserito i dati precompilati (che abbiamo indicato precedentemente) il richiedente deve attendere il riscontro dell’Agenzia delle Entrate. Attenzione particolare nella compilazione degli elementi di riscontro va riservata al patrimonio reddituale e mobiliare.

Una volta avvenuta la verifica del’Agenzia delle Entrate il richiedente può controllare lo status della sua precompilata. Se lo status della DSU è “elaborata” vuol dire che gli esiti dei riscontri sono positivi: in questa fase il richiedente può completare la DSU confermando o modificando i dati precompilati o anche annullare la stessa.

Se è “sospeso” significa che almeno 1 esito su 3 è stato negativo. Al terzo esito negativo la dichiarazione è «bloccata». A quel punto bisogna procedere o a una nuova richiesta di ISEE precompilato online o ripiegare sulle modalità tradizionali presso i Caf.

Nel comunicato stampa dell’INPS si legge chiaramente che l’istituzione del nuovo modello non preclude la possibilità di poter ottener l’ISEE presentando la DSU anche nella modalità non precompilata.

Argomenti:

Italia ISEE INPS

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su ISEE

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO