Huawei Watch GT 2 Pro Recensione: elegante per chi ama lo sport (ma odia le notifiche)

Matteo Novelli

3 Febbraio 2021 - 12:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La recensione di Huawei Watch GT 2 Pro: lo smartwatch è un vero top di gamma per i materiali e le rifiniture di pregio, con un design unico ed elegante. Ma il prezzo vale davvero l’acquisto?

Huawei Watch GT 2 Pro Recensione: elegante per chi ama lo sport (ma odia le notifiche)

Elegante, dalle linee dure ma raffinate e tecnologico al punto giusto: Huawei Watch GT 2 Pro ricopre il ruolo del top di gamma della linea smartwatch del colosso cinese. Rispetto alla media di wearable il Watch GT 2 Pro sa già dal principio cosa vuole essere: un orologio adatto ai tempi moderni, in grado di coprire le principali funzionalità di questo tipo di accessori, riuscendo ad essere adatto sia per un workout che per un meeting importante.

Huawei Watch GT 2 Pro sembra voler rivolgersi proprio a chi gli smartwatch non li ama: al polso, con la possibilità del display always on, non sembra diverso da un normale orologio ma se necessario può essere un valido alleato per chi fa del digitale una presenza fissa nel proprio quotidiano. I difetti però non mancano: noi lo abbiamo provato per qualche giorno. Ecco cosa ne pensiamo.

Recensione Huawei Watch GT 2 Pro: una confezione adatta a un gioiello

Un cubo nero tutto da scoprire: la confezione di Huawei Watch GT2 sembra uscita da una gioielleria e una volta al suo interno rivela un contenuto più che generoso che fanno di questo accessorio un device completo già dalla sua versione base.

All’interno della scatola troviamo il Watch GT 2 Pro già dotato di cinturino in pelle, un cinturino aggiuntivo in silicone color nero (più adatto per fare sport), un caricatore magnetico da collegare a un alimentatore con presa USB Type-C (il cavo permette di collegarlo a una porta USB standard).


La confezione di Huawei Watch GT 2 Pro

Huawei Watch GT 2 Pro: Design, materiali e portabilità

L’obiettivo non dichiarato di Huawei è intuibile non appena si indossa questo GT 2 Pro: sembrare in tutto e per tutto un orologio classico, staccandosi dalle linee adottate dalla concorrenza (su tutti Apple Watch). Display con quadrante circolare capace di adattarsi a qualsiasi tipo di polso, la cassa è infatti larga 46 mm e pur non avendo un polso importante ho potuto indossare senza problemi uno smartwatch dalle dimensioni così generose.


Cosa c’è all’interno: Huawei Watch GT Pro è disponibile con due cinturini, uno elegante in pelle e uno più sportivo in silicone.

Non sono disponibili d’altronde altre versioni per cui prendere o lasciare: come detto al polso si fa notare. Parliamo d’altronde di circa 60 grammi (52 senza cinturino) e spessore da 11,4 mm. Rispetto ad altri modelli il Watch GT 2 Pro sembra equilibrare meglio le sue componenti e pur indossandolo per molte ore il suo peso non si fa sentire, nonostante le dimensioni generose.

Materiali di prima scelta che puntano alla resistenza: titanio per la cassa, vetro zaffiro per lo schermo del quadrante. Display touchscreen da 1,39 OLED (454x454 pixel) sempre leggibile anche in condizioni di massima luminosità e che riesce a dare il suo meglio con l’always on, pur limitandone l’autonomia, mimetizzandosi alla perfezione con gli orologi tradizionali. Completano due pulsanti, simili alle corone di un classico orologio, di cui uno personalizzabile a seconda delle esigenze.

La versione Pro differisce dalla classica per la qualità dei materiali per la cura che viene messa fin nei minimi particolari del design che non teme rivali.


Huawei Watch GT 2 Pro è personalizzabile attraverso diversi quadranti e dispone dell’opzione per schermo Always-On

Hardware e funzioni: a tutto sport e salute

Huawei Watch GT 2 Pro concentra molte delle sue funzionalità nello sport e nel fitness tracking accanto alla misurazione biometrica in ottica salute.

Ovviamente anche questo device subisce l’onda del divorzio da Google e offre il proprio sistema operativo: LiteOs. Se siete degli sportivi troverete di tutto e di più: si può scegliere di monitorare 100 sport diversi e i dati, che viaggiano in abbinamento all’app Huawei Health, sono precisi e in grado di accompagnare i vari workout scelti dall’utente.


Una sessione di allenamento con il Watch GT 2 Pro

L’app di riferimento è poi scaricabile sia su iOS che Android permettendo di acquistare questo device senza alcun tipo di limite funzionale (ovviamente il massimo dell’integrazione si ha con un dispositivo Huawei).

Dal punto di vista sportivo Huawei Watch GT 2 Pro fa il suo e lo fa anche bene: oltre agli innumerevoli allenamenti il device è in grado di riconoscere automaticamente quando si inizia una determinata attività di allenamento (evitando di costringere l’utente ad avviare manualmente l’allenamento prescelto).

Sono presenti giroscopio, bussola, GPS, accelerometro, sensore per la pressione atmosferica, sensore per rilevare il battito cardiaco e rilevazione del livello di ossigeno nel sangue (SpO2, che in tempo di COVID-19 è una funzione da non sottovalutare).


La misurazione dei livelli di ossigeno nel sangue (SpO2).

Funzioni limitate ma con una batteria super

Se sullo sport questo GT 2 Pro è un device completo dal punto di vista della connettività e delle notifiche che dovrebbero farla da padrone in uno smartwatch c’è qualche limite di troppo.

Più un fitness tracker che uno smartwatch, l’ago della bilancia propende verso la salute e il tracking delle attività sportive a discapito di una personalizzazione troppo limitata e una possibilità di gestire le notifiche troppo esigua rispetto ad altri device più completi sotto questo punto di vista.

Su Huawei Watch GT 2 Pro ad esempio si possono ricevere e leggere notifiche e testi ma non è possibile rispondere direttamente (siamo d’accordo che uno smartwatch non è di certo il dispositivo migliore per rispondere a email e messaggi ma perché escludere la possibilità di scelta?) e non è possibile installare app di terze parti (non che funzionino sempre alla perfezione, vedasi ad esempio Spotify su Apple Watch). È possibile ascoltare musica, che deve essere caricata però dallo smartphone (il che permette di allenarsi ascoltando musica anche senza smartphone) ed effettuare chiamate sia con altoparlante (ottimo, presente nella cassa dell’orologio) che auricolari senza fili. Presente la ricarica wireless.

C’è però un’autonomia che non teme confronti e che grazie alla perfetta integrazione con l’OS, e con qualche limite a funzionalità accessorie, permettono di avere al posto Huawei GT 2 Pro anche per una settimana prima che necessiti di una nuova ricarica: questo permette di sfruttare funzioni come il monitoraggio del sonno e altre app che spesso non possono essere sfruttate su altri dispositivi che necessitano di essere caricati quotidianamente.

Huawei Watch GT 2 Pro: scheda tecnica

Display OLED da 1,39 pollici, risoluzione 454x454 pixel, touchscreen
Cassa 46mm, acciaio inossidabile in diverse colorazioni
Cinturino plastica o pelle
Memoria interna 4GB
Resistenza all’acqua sì fino a 50 metri di profondità
GPS integrato
Batteria 455mAh, autonomia che può arrivare fino 14 giorni, ricarica wireless
Funzioni notifiche, fitness, conta passi, misurazione frequenza cardiaca, qualità del sonno, livello di stress, ossigeno nel sangue, lettore musicale (si possono importare brani)
Connettività Bluetooth 5.1

Huawei Watch GT 2 Pro: voto - Pro e Contro

  • Voto finale: 7,5
  • Pro: Materiali ed eleganza, autonomia, piani di allenamento e un alleato per monitorare sport e salute. Adatto per tutte le occasioni. Prezzo bilanciato.
  • Contro: Poco smart, notifiche limitate e poca possibilità di personalizzazione. Interfaccia un po’ scomoda. Non è possibile installare app terze.

Argomenti

# Huawei

Iscriviti alla newsletter

Money Stories