Con Google Maps puoi viaggiare nel tempo

Non tutti lo sanno, ma Google Maps può essere anche una macchina del tempo. Ecco come usarla per andare nel passato.

Con Google Maps puoi viaggiare nel tempo

Lo sapevi? Con Google Street View si può viaggiare nel tempo. Non si tratta di una funzione nuova (il trucco esiste da circa 4 anni), ma è poco conosciuta dagli utenti.

Google aggiorna continuamente le sue immagini per assicurarci di ottenere la vista più recente dell’area che stiamo esplorando con un clic del mouse. Ma con la “macchina del tempo” di Google Maps le mappe interattive sfidano la quarta dimensione, permettendoci di andare indietro nel tempo per vedere come sono cambiati nel tempo strade, quartieri e città e facendo un confronto con il presente.

Lanciata ufficialmente nel 2014, l’opzione di macchina del tempo digitale è disponibile solo per la versione desktop di Google Maps, ed è possibile visionare le foto raccolte a partire dal 2007, in quello che è un portfolio temporale dei vari processi di evoluzione e cambiamento di alcuni posti sparsi nel mondo. Dal blog ufficiale Google scrive: “Questa funzionalità può anche servire come una timeline digitale della storia recente, come per la ricostruzione dopo il devastante terremoto del 2011 e lo tsunami in Onagawa, in Giappone. È anche possibile vedere il cambiamento delle varie stagioni e vedere che come sarebbe un luogo sia in estate che in inverno”.

Anche se non è disponibile in tutte le aree del mondo, ecco come puoi tornare indietro nel tempo con Google Maps senza l’aiuto di una macchina del tempo.

Come andare indietro nel tempo con Google Maps

1) Da browser web vai su Google Maps
Se hai abilitato i servizi di localizzazione sul tuo PC, la mappa dovrebbe mostrare la tua posizione attuale.

2) Trova il luogo che desideri esplorare
Se non vuoi esplorare la tua posizione corrente, nella barra di ricerca in alto a sinistra digita una città, un punto di riferimento o un indirizzo.

3) Abilita Street View
A meno che tu non stia esplorando gli angoli più remoti dell’Amazzonia (e comunque Google è arrivato anche lì) dovresti vedere l’omino giallo in basso a destra. Usando il mouse trascinalo sull’area che desideri visualizzare. Rilascialo quando trovi il punto perfetto e vedrai le immagini della mappa sostituite da fotografie a 360°.

4) Trova l’orologio

Per impostazione predefinita, Street View mostra automaticamente le immagini più recenti. Nell’angolo in alto a sinistra ti dirà la data in cui quell’area è stata catturata da Google. Se accanto alla data c’è anche un’icona a forma di orologio significa che potrai andare indietro nel passato, ossia vedere come era quella zona negli anni precedenti. Se l’orologio non c’è significa che Google ha mappato quell’area solo una volta.

5) Apri il portale del tempo

Dopo aver fatto clic sull’orologio, visualizzerai una cronologia che ti consente di scorrere le immagini vecchie, in alcuni casi risalenti al 2007, anno in cui Google ha avviato il suo progetto Street View.

Cliccando sulle miniature potrai trasferirti nell’esperienza completa di Street View, passeggiando magari nel viale di casa tua e scoprire se dieci anni fa era diverso o come sono cambiate le cose.

In alcuni casi è possibile vedere come l’area cambia in base alle stagioni.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Google Maps

Argomenti:

Google Maps Google

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.