Gli hedge fund puntano sulla ripresa economica nel 2021

Pierandrea Ferrari

10 Gennaio 2021 - 08:00

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Gli hedge fund – fondi speculativi – stanno iniziando a piazzare le loro scommesse sulla ripresa dell’economia nei prossimi mesi: ecco quali saranno i settori che verranno premiati dalla distribuzione del vaccino anti-Covid.

Gli hedge fund puntano sulla ripresa economica nel 2021

Tempo di scommesse anche per gli hedge fund, gli influenti fondi speculativi che gestiscono asset per 3.000 miliardi di dollari.

Noti per delle strategie che spesso sconfinano la soglia del rischio, questi fondi d’investimento hanno mostrato segni di insospettabile resilienza durante l’anno pandemico, riuscendo – anche grazie al supporto ai mercati finanziari delle banche centrali – a contenere le perdite.

Ora, con la bussola degli investimenti puntata sul nuovo anno, i rappresentanti di alcuni dei principali hedge fund internazionali riscoprono quella vena di ottimismo spesso offuscata negli ultimi mesi, prospettando un accentuato rimbalzo dell’economia globale: i dettagli.

Gli hedge fund scommettono sulla ripresa dell’economia nel 2021

C’è qualcosa da salvare di quell’anno pandemico che ci siamo lasciati alle spalle. Un esempio è il segmento tecnologico del S&P500 che, favorito dalla stay-at-home-economy, ha chiuso il bilancio in attivo del 42%. Eppure, non vi sono dubbi sul fatto che l’economia globale ne sia uscita piuttosto malconcia dal terremoto pandemico dello scorso anno: tra misure restrittive, lockdown e aiuti statali al singhiozzo, infatti, i fondamentali economici si sono progressivamente deteriorati, in una crisi che ha ben pochi precedenti nella storia recente.

Ma ora, sono gli hedge fund a riscoprire un rinnovamento ottimismo sulle sorti dell’economia globale. L’occhio, ovviamente, è puntato sulla distribuzione dei vaccini anti-Covid, che nelle previsioni dovrebbe rallentare il tasso d’infezione già durante la prossima primavera, tra marzo e maggio. Una premessa fondamentale, questa, senza la quale le ipotesi di rimbalzo sarebbero destinate a sgonfiarsi rapidamente.

Secondo Jason Donville, presidente e CEO del fondo Donville Kent Asset Management, a beneficiare della progressiva immunizzazione garantita dai vaccini saranno soprattutto le industrie del tempo libero e dei viaggi, il cui business è stato sin qui fiaccato – e in alcuni casi persino annullato – dalle politiche governative volte al contenimento del virus. Opinione condivisa anche da Jack McIntyre, portoflio manager dell’hedge fund statunitense Brandywine Global, che si attende nei due comparti “più certezza e meno volatilità”.

In rialzo anche il settore energetico e i servizi finanziari

Il segmento energetico nordamericano è particolarmente popolare tra gli hedge fund, ed è stato fonte di notevoli preoccupazioni durante gli ultimi dodici mesi: l’indice Canadian Energy Sector ha infatti ceduto il 37,8%, mentre il corrispettivo statunitense ha chiuso in perdita del 37,3%. Ma ora, nonostante i crescenti richiami all’ecosostenibilità continuino a gettare ombre sul settore, i fondi speculativi tornano a riscoprire titoli come Altagas, Pembina e Canadian Natural Resources, manifestando così un rinnovato sentimento rialzista sul comparto.

A crollare, sotto i colpi della pandemia, anche il ramo dei servizi finanziari, con l’indice S&P500 Financial che si è mosso in territorio negativo del 4,3% nel 2020, nonostante un primo embrionale rimbalzo nel Q4. Secondo Philippe Ferreira, analista dell’hedge fund parigino Lyxor Asset Management, un nuovo trend di crescita non è lontano, poiché “i servizi finanziari tendono notoriamente a registrare migliori performance nelle prime fasi della ripresa”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories