Giudici di pace, annunciato un mese di sciopero

Giudici di pace ancora in sciopero contro la legge Orlando, stavolta per quasi un mese: dal 6 gennaio al 1° febbraio 2020. A rischio tutte le udienze.

Giudici di pace, annunciato un mese di sciopero

Nuovo sciopero dei giudici di pace per aumentare garanzie e tutele della magistratura onoraria. Ancora una volta i giudici di pace di tutta Italia hanno deciso di astenersi dalle udienze per protestare contro la legge Orlando e, soprattutto contro il mancato intervento del Ministro della Giustizia.

Lo sciopero indetto dalle associazioni UNAGIPA e ANGDP sarà più lungo delle altre volte: le udienze sono a rischio per quasi un mese, dal 6 gennaio al 1° febbraio 2020.

Le richieste dei giudici di pace sono sempre le stesse: aumentare le garanzie di indipendenza, riconoscere i diritti alla previdenza e assistenza sociale, rivedere il compenso e la disciplina sull’incompatibilità e i trasferimenti.

Giudici di pace in sciopero per un mese: le ragioni dell’astensione

I giudici di pace continuano a protestare contro la Legge Orlando, dato che le precedenti proteste non hanno portato ai risultati sperati e il Ministero della Giustizia, nonostante le promesse, ancora non è intervenuto.

Stavolta lo sciopero della magistratura onoraria durerà ancor più del solito: dal 6 gennaio, giorno di ripresa delle udienze dopo il periodo natalizio, fino al 1° febbraio del nuovo anno, quindi quasi un mese di astensione.

I giudici di pace continuano la loro incessante protesta per ottenere tutele e garanzie che al momento sono negate dalla legge Orlando: quindi il diritto alla previdenza e assistenza sociale e la revisione delle regole sul trasferimento, dell’incompatibilità e dei criteri di attribuzione del compenso

Qui il comunicato stampa con cui è stato proclamato lo sciopero generale:

Unica nota positiva rispetto agli scioperi passati è l’impegno dell’associazione nazionale dei magistrati ad avviare un tavolo di confronto per riconoscere anche ai giudici di pace le garanzie della magistratura togata. L’intenzione è proporre una soluzione condivisa tra ANGP-COGITA-FEDERMOT-UNAGIPA.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Magistrati

Argomenti:

Sciopero Magistrati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.