Garanzia Giovani: nuove opportunità di lavoro con il progetto nazionale “Young Digital”

Chiara Troncarelli

23 Maggio 2016 - 20:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Garanzia Giovani, “Young Digital”: il Ministero del Lavoro ha sottoscritto con Adecco un programma di formazione per i più giovani nel settore dell’ITC. Ecco di che si tratta.

Si aprono nuove opportunità di lavoro per i giovani del nostro Paese iscritti a Garanzia Giovani.

Il Ministero del Lavoro ha presentato il nuovo progetto nazionale “Young Digital” in collaborazione con Adecco, una delle agenzie per il lavoro operative in Italia.

Con questo nuovo programma il Ministero punta a ridurre il gap esistente tra le competenze richieste dalle imprese nel settore ITC (Information & Communication Technology) e quelle possedute dai giovani italiani.

Vediamo di che si tratta.

Cosa prevede “Young Digital”?

“Young Digital” è un progretto nazionale di formazione che vuole trasformare i giovani NEET italiani, circa due milioni e mezzo di giovani tra 15 e 29 anni che non studiano e non lavorano, in veri professionisti ICT.

Per questo motivo verranno organizzati percorsi formativi alternativi, dei veri e propri bootcamp intensivi di 12 settimane.

Dopo la formazione si passerà ai fatti attraverso l’inserimento in azienda utilizzando il “Bonus Occupazionale”, previsto dal programma Garanzia Giovani.

Il Ministero del Lavoro garantirà un monitoraggio costante di tutto l’iter formativo, dalla selezione fino all’inserimento in azienda, mentre Adecco curerà gli aspetti relativi alla formazione per l’acquisizione da parte dei partecipanti di competenze ICT e digital.

“Young Digital”: chi può partecipare?

I posti messi a disposizione sono 1000 e i destinatari del nuovo progetto «Young Digital» sono coloro che si sono iscritti al programma Garanzia Giovani.

Per poter partecipare alla selezione occorre però essere iscritti anche a “Crescere in Digitale”, altra iniziativa promossa dal Ministero del Lavoro, in collaborazione con Google e Unioncamere.

Come ha spiegato Adecco, attualmente oltre 900 mila posti di lavoro disponibili in Italia che però non vengono occupati perché mancano competenze digitali.

Con “Young Digital“ si vuole fare un piccolo passo in avanti come emerge dalle dichiarazioni del Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti:

«Il progetto è in linea con uno dei nostri obiettivi di fondo, quello di aumentare il livello delle competenze digitali dei giovani come elemento importante per migliorare la loro occupabilità ed agevolarne l’ingresso nel mercato del lavoro. Oggi diamo l’opportunità a 1.000 giovani di formarsi e di avere un lavoro. Sono fiducioso che anche questa iniziativa, come altre che abbiamo già avviato, potrà dare risultati positivi».

Iscriviti alla newsletter