Fiat e Lancia: le ipotesi per il futuro

9 Gennaio 2021 - 10:43

9 Gennaio 2021 - 10:48

condividi

Ecco cosa potrebbe accadere con Stellantis nei prossimi anni per Fiat e Lancia

Fiat e Lancia: le ipotesi per il futuro

Nei prossimi anni ci potrebbero essere grossi cambiamenti per Fiat e Lancia. Con Stellantis infatti tante novità potrebbero arrivare. Più certo il futuro di Fiat rispetto a quello di Lancia. La principale casa automobilistica italiana vedrà il lancio di due nuovi modelli di segmento B.

Fiat e Lancia: quali novità arriveranno nei prossimi anni con Stellantis?

La prima dovrebbe essere l’erede di Fiat Panda che si sposterà di segmento con la sua nuova generazione e si ispirerà al concept Centoventi. La seconda invece dovrebbe essere l’erede di Fiat Punto.

Anche la gamma di Fiat 500 si dovrebbe ingrandire con l’introduzione di una versione Giardiniera e forse di un SUV. Altri inserimenti sono previsti nei segmenti C e D del mercato, molto probabilmente sfruttando le piattaforme e tecnologie del gruppo PSA.

Ancora incerto il futuro di Lancia che secondo alcuni potrebbe anche sparire

Per quanto riguarda Lancia invece il suo futuro sembra essere più incerto. Per il momento sappiamo che la sua gamma è formata solo dalla city car Ypsilon e sarà così fino al 2023. Per il futuro invece non vi sono certezze.

Alcuni dicono che il marchio Lancia sarà rilanciato da Carlos Tavares che potrebbe arricchire la sua gamma di nuovi modelli tra cui un B-SUV. Si dice anche che il marchio piemontese potrebbe rilanciarsi puntando su una serie di auto elettriche orientate ad un pubblico femminile.

Altri però dicono che Lancia insieme a Chrysler sia uno dei marchi più a rischio di essere messo da parte da Stellantis. Questo in quanto il nuovo gruppo non avrebbe la forza di rilanciare tutti e 14 i marchi che faranno parte della sua gamma.

Al momento però sono solo voci, certezze la avremo a partire dai prossimi mesi quando finalmente dovrebbe essere rivelato il nuovo piano industriale del nascente gruppo automobilistico.

Iscriviti a Money.it