FCA sigla un nuovo importante accordo

FCA ha raggiunto un accordo con Tupy per la vendita del business componenti in ghisa

FCA sigla un nuovo importante accordo

In un momento in cui gli operatori di mercato continuano a discutere delle ripercussioni dell’accordo FCA-PSA, il Lingotto ha annunciato un’importante vendita di asset.

La nuova entità che scaturirà dalla fusione (FCA-PSA: fusione al via dopo l’approvazione delle società. Le novità), che farà nascere il quarto gruppo mondiale (terzo per fatturato), si troverà subito a dover fronteggiare diverse sfide, tra cui spicca quella dell’eccesso di capacità produttiva.

Secondo le stime elaborate dalla società di ricerca Lmc Automotive, il gruppo che sarà guidato dal Ceo in pectore Carlos Tavares dispone di una produzione potenziale di circa 14 milioni di vetture l’anno.

In un contesto in cui quello del mantenimento degli attuali stabilimenti produttivi rappresenta uno dei capisaldi dell’operazione, si pone un problema di sovraproduzione, visto che nel 2018 i due gruppi combinati hanno immatricolato 8,7 milioni di vetture.

Una soluzione potrebbe arrivare dalla Cina, dove il nuovo gruppo si trova a dover incrementare la presenza (FCA-PSA: in Cina la prima grande sfida).

FCA: siglato accordo con Tupy

A pochi giorni dall’accordo con PSA, Fiat Chrysler ha annunciato di aver siglato un’intesa con la società brasiliana Tupy per la vendita del business componenti automobilistici in ghisa che fa capo alla controllata Teksid.

Tupy è un’azienda leader nel settore della ghisa, specializzata nello sviluppo e nella produzione di componenti strutturali in ghisa per numerose applicazioni in beni strumentali a servizio di industrie diverse.

La cessione comprende gli stabilimenti di produzione ghisa di Teksid in Brasile, Messico, Polonia e Portogallo, nonché la partecipazione detenuta da Teksid in una joint venture in Cina.

“Il business alluminio di Teksid –riporta una nota della società guidata da Mike Manley- non rientra nell’ambito dell’operazione e continuerà ad essere un asset strategico nel portafoglio di FCA”.

FCA: questo il corrispettivo della vendita del business componenti in ghisa

Il valore complessivo dell’operazione (enterprise value), ha fatto sapere FCA, è pari a 210 milioni di euro. Il corrispettivo, soggetto agli usuali adeguamenti del prezzo di acquisto, sarà pagato al perfezionamento dell’operazione, previsto per il secondo semestre del 2020.

“Tupy è sempre stato un fornitore strategico nel settore dei componenti strutturali in ghisa. Insieme, Teksid e Tupy continueranno a sviluppare nuove tecnologie per sostenere la continuità del successo dei nostri prodotti”, ha sottolineato Scott Garberding, Global Chief Manufacturing Officer di FCA. “L’operazione rappresenta un altro passo importante nell’implementazione del business plan di FCA”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Fiat Chrysler Automobiles (FCA)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.