FCA-PSA, ecco gli equilibri della nuova società

Quali saranno i rapporti di forza interni al quarto gruppo automobilistico del pianeta? Il quadro

FCA-PSA, ecco gli equilibri della nuova società

Sin da quando è stata annunciata la fusione fra due grandi case automobilistiche europee, osservatori e investitori si sono chiesti che forma avrebbe assunto il merger. Un memorandum d’intesa fra PSA e FCA getta luce sugli equilibri di quello che, l’anno prossimo, diventerà il quarto gruppo mondiale dell’automobile.

FCA-PSA, Exor al 14%

Il 18 Dicembre scorso, gli azionisti di maggioranza delle due società avrebbero firmato un memorandum che determina i rapporti di forza che si creeranno all’interno del merger. La notizia è stata data dal Sole 24 Ore, che è entrato in possesso della nota.

Il maggiore azionista di Fiat Chrysler Automobiles è la holding Exor, di cui John Elkann è presidente. La società ne detiene una quota del 28,9%.

Per quanto riguarda PSA, invece, gli equilibri sono al momento ripartiti fra tre azionisti: la famiglia Peugeot, lo Stato francese e i soci cinesi di Dongfeng. Ciascuno possiede una quota del 12%.

Leggi anche: FCA-PSA, le conseguenze dell’accordo

Accordo fra FCA e PSA, riduzione della quota francese e cinese

Nel nuovo aggregato, FCA finirà per controllare una quota del 14%, mentre i tre del gruppo PSA dovrebbero detenere il 6% ciascuno. Ma non andrà così: è previsto infatti un rafforzamento della posizione della dinastia Peugeot, accompagnato dalla riduzione del peso degli altri due azionisti.

Dongfeng scenderà dell’1,5% (dal 6%) a 4,5%, mentre la Francia dovrà vendere il 2,5% attestandosi così al 3,5%. I cinesi venderanno al gruppo PSA, mentre lo Stato direttamente ai Peugeot, che saliranno quindi all’8,5%. Le due quote francesi saranno quindi al 12%, inferiore al 14% di Exor.

Questo scenario porterebbe le due famiglie a una quota combinata del 22,5%. E se dovessero mantenerla nell’arco di tre anni, il peso del diritto di voto sarebbe raddoppiato. Il patto, insomma, vuol mettere in primo piano l’accordo fra due azionisti di maggioranza.

Un obiettivo reso evidente dal profilo di coloro che occuperanno i ruoli più alti: John Elkann, già presidente di FCA e Exor, sarà chairman, mentre l’amministratore delegato di PSA, Carlos Tavares, sarà CEO anche della nuova società.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Fiat Chrysler Automobiles (FCA)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.