Enel energia: come fare disdetta. Guida completa e moduli necessari

Chiara Ridolfi

07/03/2017

07/03/2017 - 16:15

condividi

Disdetta Enel energia i moduli e le modalità per fare disdetta e cambiare compagnia fornitrice di luce.

Effettuare la disdetta del servizio Enel energia è un’operazione semplice e recedere il contratto che si è stipulato con la compagnia è un diritto di tutti i clienti. In base alle norme europee il mercato dell’energia si è liberi di scegliere un nuovo fornitore con cui stipulare il nuovo contratto.

Per aiutarvi nell’invio della disdetta e nelle pratiche da svolgere abbiamo quindi creato una guida che vi mostri passo passo le pratiche da svolgere e con cui avere le informazioni su costi aggiuntivi e penali eventuali.

Vi anticipiamo che grazie alla normativa europea una volta sottoscritto un contratto di fornitura elettrica nel mercato libero, si potrà poi rescindere un contratto da un gestore e passare a uno che offre tariffe migliori, senza preoccuparsi di penali o altro.

Disdetta Enel Energia entro 10 giorni dalla stipula del contratto

Le modalità per chiudere la fornitura di Enel e passare ad un altro operatore sono differenti in base al cliente e al tipo di contratto che ha stipulato con l’azienda.

Se avete sottoscritto un contratto, con Enel o con altra azienda, da meno di 10 giorni potrete rifarvi alla clausola del diritto di ripensamento. Il cliente può quindi cambiare idea e decidere di passare ad un altro operatore senza costi aggiuntivi.

In questo caso la disdetta sarà molto veloce e potrà essere effettuata tramite una semplice lettera.
Nella lettera che invierete a Enel energia dovrete inserire i seguenti dati:

  • nome e cognome dell’intestatario della bolletta;
  • indirizzo e codice fiscale dell’intestatario;
  • dati relativi al contratto stipulato: codice del contratto e codice POD.

La lettera andrà inviata per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, in modo da poter avere un documento che attesti la ricezione da parte degli uffici di Enel energia.
Si potrà dunque, in caso lo si ritenga necessario, rescindere unilateralmente il contratto senza pagamento di penali.

Se il contratto è stato stipulato telefonicamente il conteggio dei dieci giorni parte dal momento di ricezione del contratto a casa. Quindi fate attenzione a non commettere errori nel conteggio altrimenti potreste incorrere in spiacevoli problemi.

I documenti necessari per il diritto di ripensamento sono i seguenti e valgono sia se la disdetta con Enel energia si deve fare per un privato cittadino che per le forniture a locali commerciali:

  • il numero cliente (indicato sulla bolletta) ;
  • l’indirizzo del locale per il quale è richiesta la cessazione della fornitura;
  • il nominativo della persona o della società a cui è intestato il servizio;
  • il codice fiscale della persona e/o la partita IVA della società cui è intestato il servizio;
  • la lettura finale del contatore nel giorno di disattivazione della fornitura;
  • l’indirizzo fisico o email al quale verrà inviata la bolletta di chiusura conto.

Disdetta Enel dopo 10 giorni dalla stipula del contratto

In caso fosse passato il periodo in cui si può fare ricorso al diritto di ripensamento la disdetta del contratto con Enel energia si potrà comunque attuare, ma con delle modalità leggermente differenti. Si dovranno infatti allegare altri documenti, tra cui anche la lettura del contatore.

Per fare la disdetta da Enel energia, dopo 10 giorni dalla firma del contratto, avrete bisogno dei seguenti dati:

  • il numero cliente indicato sempre sulla bolletta;
  • l’indirizzo del locale per il quale è richiesta la cessazione della fornitura;
  • il nominativo della persona (o la denominazione sociale della società) cui è intestato il servizio;
  • il codice fiscale della persona e/o la partita IVA della società cui è intestato;
  • la lettura del contatore;
  • l’indirizzo al quale si manderà la bolletta di chiusura conto.

La lettera anche in questo caso andrà spedita mediante raccomandata di ritorno, in modo da conservare avere attestazione della recezione del documento.
I recapiti per inviare a mezzo posta ulteriori documenti sono i seguenti:
ENEL ENERGIA – Fornitura luce – Casella postale 8080 – 85100 Potenza

In alternativa alla raccomandata, come per il diritto di ripensamento potrete procedere con la disdetta telefonica oppure usufruire del servizio online, registrandovi al sito www.enelenergia.it. Cliccando sul riquadro a destra accedendo tramite “Entra in area clienti”. Dopo la registrazione procedete tramite “I Tuoi Contratti” e potrete inviare la richiesta di disdetta.

Numero verde, fax e mail per di Enel energia

Nel caso in cui il cliente riscontrasse problemi nell’effettuare la disdetta di Enel energia si potrà contattare il numero verde del servizio. Chiamando questo numero non solo potrete avere informazioni sulla vostra bolletta e le clausole del vostro contratto, ma potrete procede anche telefonicamente alla disdetta.

Il numero verde messo a disposizione 800 900 860 attivo 7 giorni su 7, 24 ore su 24. La chiamata è completamente gratuita e si può effettuare sia da mobile che da telefono fisso.
Per chi invece chiamasse dall’estero il numero è +39 0664511012, attivo 24 ore su 24.

Se la comunicazione della disdetta di Enel energia si volesse inviare agli uffici Enel mediante fax il numero da comporre è 800 997 736. La disdetta del servizio potrà avvenire anche via email all’indirizzo: comunicazioniclienti@enelenergia.it.

Argomenti

Iscriviti a Money.it