Elisenda: nasce il progetto di pasticceria di Esselunga

La catena di supermercati Esselunga sbarca nel settore delle pasticcerie grazie a un progetto che prende il nome di Elisenda, già presente in 40 supermercati.

Elisenda: nasce il progetto di pasticceria di Esselunga

Una pasticceria di qualità all’interno di un supermarket. Esselunga presenta il progetto Elisenda che nasce nel cuore di Pioltello sede centrale del Gruppo. Avere la possibilità di entrare in uno degli store e accedere a prodotti particolari, raffinati e dal gusto delicato, è la nuova idea commerciale che prospetta ampie possibilità di crescita. Ma come nasce il progetto Elisenda? Di seguito andremo ad analizzare i singoli passi che hanno portato alla sua creazione e porteranno alla sua diffusione.

Il progetto: le pasticcerie nei supermercati

Una grande idea deve avere un grande nome. Elisenda è quello che è stato scelto per identificare il progetto di fornire i supermercati del gruppo Esselunga di una pasticceria. Un nome che può essere definito elegante e che ha un legame con la tradizione familiare. Infatti è un omaggio a Francesco Moncada, consigliere di Esselunga e marito di Marina Caprotti. Elisenda Moncada è la moglie di Giacomo d’Aragona vissuta nel 1300.
La società Esselunga è una delle più importanti nel settore degli ipermercati e supermercati, controllando quasi l’8,7% delle vendite che avviene in queste strutture. È inoltre tra le aziende che hanno mantenuto, anche negli ultimi anni di crisi, un fatturato rilevante grazie a una serie di politiche commerciali attente a innovare e a dare delle novità al cliente. Il progetto Elisenda si sviluppa secondo questi principi.

Il piano di attuazione

Il piano di attuazione è già ben delineato. Le pasticcerie Elisenda sono già presenti in 40 supermercati del gruppo e ogni giorno se ne apre una nuova. Il punto di inizio è stato ovviamente di Milano, dove è partita la sfida. La fase successiva prevedrà di sbarcare a Firenze. Entro l’anno l’intenzione è quella di aprire oltre 65 punti vendita e arrivare nel 2020 a 157. Il programma è stato studiato nei minimi particolari, con una scelta anche di un numero di pasticceri adatto a compensare le richieste, offrendo nuovi posti di lavoro e aprendo le porte alle assunzioni. Ad oggi si contano più di 40 chef che arriveranno al doppio entro la fine dell’anno.

I tratti distintivi

Ma quali sono i tratti distintivi di questa realtà? Le pasticcerie Elisenda avranno degli elementi che li distingueranno in modo da poter competere con l’eventuale concorrenza:

qualità: la scelta di una tipologia di livello che può essere definito «stellato» nella produzione di prodotti di pasticceria è posto come prioritario. A questo fine sono stati chiamati a contribuire al progetto nomi del calibro di Enrico e Roberto Cerea;

quantità e varietà : le pasticcerie produrranno ogni giorno una quantità impressionante di prodotti, in modo da soddisfare la clientela. Si stima quasi 1.500 torte giornaliere e una varietà delle forniture, in modo da poter attrarre un target ampio di soggetti;

prezzo: quello che rivoluzionerà il settore delle pasticcerie è il costo del prodotto. Infatti l’idea è quella di mantenere un prezzo che sia contenuto, accessibile al pubblico più ampio e al contempo con una qualità elevata.

Elisenda: innovazione e gusto

Il marchio di pasticceria Elisenda sarà quindi per Esselunga una realtà che riprende lo spirito dell’azienda sempre intenta a migliorare i servizi offerti ai clienti, rimanendo al passo con la qualità dei prodotti e l’innovazione. Grazie a questo progetto sarà possibile aprire nuove prospettive nell’ambito dei consumi, contribuendo anche nel 2019 alla crescita del Gruppo.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti

Argomenti:

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.