Elezioni Roma, Michetti può diventare sindaco? Cosa dicono i sondaggi

Alessandro Cipolla

11/06/2021

05/07/2021 - 17:31

condividi

Enrico Michetti è il candidato sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative a Roma: ecco come i sondaggi vedono la scesa in campo di questo avvocato.

Enrico Michetti può diventare il prossimo sindaco di Roma? Dopo l’ufficialità da parte del centrodestra della candidatura di questo avvocato noto nella Città Eterna, fino a qualche settimana fa, soprattutto per la sua presenza fissa a Radio Radio, c’è grande curiosità su quale potrà essere il suo impatto sulla scena politica capitolina.

Del resto queste elezioni amministrative a Roma appaiono essere ancora un grande punto interrogativo: delineato ormai lo scacchiere dei candidati, questa corsa per il Campidoglio sarà senza dubbio la più incerta degli ultimi anni.

Enrico Michetti se la dovrà vedere contro la sindaca uscente Virginia Raggi e il leader di Azione Carlo Calenda mentre, salvo sorprese, le primarie del PD dovrebbero incoronare l’ex ministro Roberto Gualtieri come il candidato del centrosinistra.

Per i sondaggi sarà scontato il ricorso al ballottaggio per determinare chi sarà il prossimo sindaco di Roma, con Michetti che al momento sembrerebbe essere l’unico sicuro di poter accedere al testa a testa finale.

Michetti sindaco di Roma? I sondaggi

La candidatura di Enrico Michetti alle elezioni a Roma è arrivata al termine di un lungo braccio di ferro all’interno del centrodestra. Il suo nome sarebbe stato caldeggiato soprattutto da Fratelli d’Italia, con la coalizione che alla fine ha optato per una sorta di ticket con il giudice Simonetta Matone, già vicesindaco designata.

Non mancano però le perplessità sulla scelta dell’avvocato, poco noto al grande pubblico e che sta già facendo parlare di sé soprattutto per degli scivoloni durante la pandemia.

I sondaggi finora pubblicati invece appaiono essere incoraggianti. Lo scorso 24 maggio l’istituto Tecnè ha realizzato un’indagine dove, tra i vari possibili candidati del centrodestra, veniva “pesato” anche Michetti.

  • Enrico Michetti (cdx) - 35%
  • Roberto Gualtieri - 33%
  • Virginia Raggi - 18%
  • Carlo Calenda - 14%
  • Fabio Rampelli (cdx) - 29%
  • Roberto Gualtieri - 36%
  • Virginia Raggi - 20%
  • Carlo Calenda - 15%
  • Simonetta Matone (cdx) - 28%
  • Roberto Gualtieri - 37%
  • Virginia Raggi - 20%
  • Carlo Calenda - 15%
  • Giulia Bongiorno (cdx) - 33%
  • Roberto Gualtieri - 32%
  • Virginia Raggi - 18%
  • Carlo Calenda - 14%

Per il sondaggio, Enrico Michetti non solo risulterebbe il più votato al primo turno, ma tra gli altri possibili candidati del centrodestra che in quel periodo erano in ballo, è quello a cui è stata attribuita una percentuale maggiore.

Naturalmente arrivare in testa al primo turno senza superare la soglia della maggioranza assoluta può significare poco. Lo scenario più probabile è infatti quello di un ballottaggio con Roberto Gualtieri.

Se Michetti fin da subito potrà contare sul buon seguito che veniva attestato a Sgarbi, dopo il primo turno Gualtieri invece potrebbe incassare il sostegno del Movimento 5 Stelle o di Calenda.

Un fattore questo potenzialmente decisivo per l’esito delle elezioni a Roma, anche se la campagna elettorale all’ombra del Cupolone deve praticamente ancora iniziare: in questi mesi, soprattutto in tempo di pandemia potrà succedere letteralmente di tutto.

Iscriviti a Money.it